fbpx
CronacheNews in evidenza

Sequestro di un intero arsenale e un arresto per spaccio e detenzione di marijuana e cocaina

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Fontanarossa, ieri sera, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nel popolare quartiere Librino, scandagliando e controllando in particolare diversi spazi condominiali, aree e terreni adiacenti ai palazzoni in Viale Grimaldi.

Durante il servizio i militari hanno rinvenuto, abilmente occultate tra la vegetazione in un’area abbandonata ed incolta adiacente al civico 7, un vero e proprio arsenale:  1 fucile mitragliatore Thompson Submachine  Gun cal. 45, con relativo caricatore e munizioni e senza, ( mitra statunitense impiegato dalle forze armate durante la seconda Guerra Mondiale ed altri conflitti, particolarmente apprezzato per l’elevata potenza di fuoco ed il potente calibro del proiettile), all’arma è stato eliminato il calciolo per renderla più maneggevole, 1 pistola Beretta cal. 7,65, con caricatore, 1 pistola Revolver  F. Tettoni Brescia mod. 1916 cal. 10,35 e  270 cartucce  di vario calibro, che sono stati sequestrati.

Le armi, in  buono stato d’uso e conservazione, saranno inviate al Reparto Investigazioni Scientifiche di Messina per  le gli accertamenti tecnico balistici del caso e per stabilire se le stesse siano state utilizzate in eventuali eventi criminosi.

Nel contesto dello stesso servizio i militari hanno arrestato Rossello Daniele, 21enne, già sottoposto ai domiciliari, per evasione e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il giovane è stato notato, sulla pubblica via,  al civico 10 di Viale Grimaldi mentre cedeva delle bustine ad un occasionale avventore.

Bloccato e perquisito, il fermato è stato trovato in possesso di 34 dosi di marijuana, per un peso complessivo di 34 grammi, 4 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 1,6 grammi, e la somma contante di 10 euro, ritenuta parziale provento dell’attività di spaccio, che sono state sequestrate.ROSSELLO DANIELE

L’arrestato è stato posto nuovamente ai domiciliare in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker