fbpx
CronachePrimo Piano

Sequestro da 25 milioni di euro per imprenditore santapaoliano

Domenico Signorelli, imprenditore e amministratore della società Co.Invest Srl riciclava il denaro per conto di soggetti vicini al clan Santapaola-Ercolano. Scatta così il sequestro di beni per 25 milioni di euro. 

Il primo provvedimento

Il 3 dicembre u.s., su delega di questa DDA, i Carabinieri del ROS eseguirono un provvedimento cautelare personale a carico di 9 persone con contestuale sequestro di beni immobili, per un valore complessivo di € 12.660.000. Parte dei beni colpiti dal provvedimento appartengono alla  Co. Invest Srl, società operante nel settore della locazione immobiliare. Il motivo dietro la confisca è  il riciclaggio eseguito da Domenico Signorelli per conto di Aldo Ercolano, negli anni ’90. Le somme, oltre che a Ercolano, erano certamente riferibili anche a  Benedetto Santapaola ed a Giuseppe Cesarotti.

Gli approfondimenti eseguiti dopo l’esecuzione del provvedimento hanno consentito di acquisire indizi a carico di Domenico Signorelli, imprenditore misterbianchese. Quest’ultimo, infatti, in qualità di amministratore formale (fino al 2004) e sostanziale (all’attualità) della società Co.Invest Srl, provvedeva a reinvestire, custodire ma anche a capitalizzare i proventi dell’associazione mafiosa a lui consegnati. La società era divenuta infatti lo strumento per la commissione del delitto di riciclaggio aggravato. Sulla scorta di tali evidenze si è proceduto con il sequestro preventivo avente ad oggetto l’intero assetto societario della Co.Invest. L’esecuzione del provvedimento, delegata ai Carabinieri del ROS, è avvenuta il 27 gennaio.

Signorelli è accusato di riciclaggio aggravato dall’aver agevolato la famiglia di cosa nostra.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker