fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Sequestrato il ristorante napoletano di Turi Cappello

Confiscati beni per un valore di 100 mila al boss catanesi Turi Cappello, tra cui il ristorante “I 2 Vulcani” simbolo dell’unione tra Catania e Napoli. 

Il provvedimento è il prodotto di approfondite indagini da parte dei poliziotti della Divisione di Polizia Anticrimine e della Squadra Mobile catanesi. L’ufficio Misure di Prevenzione del Tribunale, dunque, ha disposto la confisca di una società attiva nel settore della ristorazione con sede a Napoli. L’insegna “I 2 Vulcani” evoca, infatti,  l’unione tra Cappello, originario di Catania, e la compagna Maria Rosaria Campagna residente nel capoluogo partenopeo. La confisca, ha coinvolto anche un immobile a Napoli intestato al figlio del boss, Salvatore Santo Cappello. Sequestrato, inoltre, un motociclo intestato alla Campagna.

Una serie di investimenti orientati sia all’acquisto dei beni sia all’avvio di imprese, sempre intestate a terzi o a parenti vicini ai Cappello o alla compagna. È questo il modus operandi che portava il patrimonio del boss a crescere esponenzialmente dal 2004 al 2017.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker