fbpx
CronacheNews

Sequestrati oltre 46 kg di botti illegali

I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno sottoposto a sequestro o tre 46.000 pezzi di botti di Capodanno, di produzione cinese, legalmente detenute proposti in vendita da un 51enne catanese.

Nella giornata di ieri in piazza Carlo Alberto è stato sorpreso un catanese intento nella vendita abusiva di botti, su due bancarelle improvvisate. Dopo aver calcolato la merce, alcune centinaia di pezzi, i finanzieri del gruppo di Catania hanno deciso di procedere alla perquisizione dell’abitazione dell’ambulanza in via Pozzo Mulino in pieno centro storico. Qui sono stati rinvenuti  oltre 43 chili di materiale esplodente, detenuti illegalmente in assenza di qualsiasi precauzioni di sicurezza.

Gli accertamenti condotti nei confronti del cinquantunenne hanno consentito di riscontrare l’assenza della prevista licenza e della necessaria autorizzazione di polizia per poter esercitare la vendita di tali prodotti. Così l’ambulanza è stato deferito alla procura della Repubblica etnea per commercio abusivo, omessa denuncia di detenzione illegale di materiale esplodente.

Inoltre, nel corso di un altro intervento in via plebiscito, le fiamme gialle hanno sequestrato circa due chili di botti illegali venduti ed esposti su un banchetto precario da un quarantatreenne

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button