fbpx
NeraPrimo Piano

Senegalesi gestivano una “fabbrica di contraffazione”, sequestrati oltre 180.000 prodotti -VIDEO

Una fabbrica illegale di prodotti contraffatti si nascondeva nel quartiere di San Cristoforo.

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno scoperto due opifici di produzione e un deposito di merce contraffatta, denunciando all’Autorità Giudiziaria due uomini senegalesi e una donna italiana.

Una vera e propria fabbrica di contraffazione.

Nel corso di un primo intervento, i militari del Gruppo di Catania hanno effettuato l’ispezione di un locale ubicato nel quartiere San Cristoforo, illegalmente allacciato alla rete elettrica pubblica e a nome di un cittadino senegalese. Qui è stata scoperta l’esistenza di un opificio clandestino.

Al suo interno vi erano 117 mila materie prime e prodotti semilavorati, capi firmati e accessori di abbigliamento contraffatti. Presenti anche macchinari utilizzati per la produzione, assemblaggio e confezionamento nonché 51 cliché, ossia gli stampi metallici utilizzati per riprodurre i vari marchi su tessuto e cuoio.

La fabbrica illegale, sottoposta a sequestro, distribuiva i prodotti contraffatti tramite corriere. Infatti i Finanzieri hanno rinvenuto numerose buste tra le quali alcune, già utilizzate, riportavano uno stesso indirizzo di consegna relativo ad una zona adiacente a via Plebiscito di Catania.

L’opificio clandestino per gli abiti.

L’operazione non è finita qui. Ad esser perquisiti dagli agenti sono stati sia l’appartamento del senegalese, dove venivano rinvenute numerose etichette contraffatte, sia l’indirizzo di consegna delle merci trovato nelle buste di spedizione precedentemente rinvenute. Quest’ultima attività portava all’individuazione di un altro opificio clandestino gestito da una donna catanese e dal marito senegalese. All’interno di questo opificio sono stati sequestrati ulteriori capi di abbigliamento contraffatti, finiti e semilavorati, ed i macchinari professionali utilizzati per la cucitura delle fibbie ed etichette.

L’operazione ha portato al sequestro dell’opificio, di oltre 180.000 prodotti contraffatti e di 8 macchinari usati.

EG.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.