fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Sequestrati beni ad un imprenditore catanese legato alla famiglia Santapaola – Ercolano

I Carabinieri del ROS e quelli del Comando Provinciale di Catania hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro dei beni emess dal Tribunale di Catania – Quarta Sezione Penale,  reso esecutivo con sentenza della Corte di Cassazione, nei confronti di MASSIMINO Santo, tratto in arresto dal ROS nell’ambito dell’indagine IBLIS nel 2010 e condannato in primo grado nel 2014 alla pena di anni 12 poiché ritenuto responsabile di avere concorso con la famiglia di Cosa Nostra catanese SANTAPAOLA – ERCOLANO.

Dalle indagini è emerso che MASSIMINO concorreva nella famiglia di Cosa Nostra catanese quale imprenditore che metteva a disposizione del clan la sua attività imprenditoriale, in stretta connessione con l’allora rappresentante provinciale AIELLO Vincenzo ed altri affiliati mafiosi di rango, partecipando alla distribuzione di lavori controllati direttamente o indirettamente dall’organizzazione criminale a cui versava anche delle somme di denaro e permettendo ad imprese mafiose, o a disposizione della medesima associazione, di partecipare alle attività economiche, eludendo così le regole della libera concorrenza e dall’altro apportando un concreto contributo causale ai fini della conservazione, del rafforzamento e, comunque, della realizzazione anche parziale del programma criminoso di Cosa Nostra etnea.

E’ in particolare emerso il rapporto esistente tra MASSIMINO ed AIELLO Vincenzo; MASSIMINO, infatti, pur pagando la messa a posto ad AIELLO per i lavori effettuati tramite le sue imprese, sfruttava il legame che aveva con questo ultimo per accaparrarsi dei lavori, adoperandosi inoltre per mettere in contatto altri imprenditori con AIELLO che, in questa maniera, con il prezioso supporto del primo, riusciva ad inserirsi in rilevanti vicende imprenditoriali che, inevitabilmente, venivano inquinate.

Il valore delle 6 aziende oggetto del sequestro, attive nel settore della edilizia e nel campo della produzione di energia da fonti rinnovabili, è pari a circa 26 milioni di euro.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker