fbpx
NeraPrimo Piano

Sequestrata cava con 300 tonnellate di rifiuti tossici -FOTO&VIDEO

In una cava in contrada Guastella, a Vittoria, si nascondevano ben 300 tonnellate di rifiuti tossici. A sequestrarla carabinieri del Noe di Catania dietro provvedimento dal Gip su richiesta della Procura distrettuale etnea

La cava copriva un’area di quasi 8.000 mq. Nel corso del tempo, si è stimata il riversamento di grandissima quantità di rifiuti considerati tossici per la salute. Tutto è nato dal fermo di un autoarticolato che stava scaricando del materiale. Così è stato necessario l’intervento da parte dell’Arpa ossia l’Agenzia Regionale Protezione Ambiente di Ragusa. Il personale dell’organizzazione, dopo aver  effettuato i dovuti campionamenti dei materiali rinvenuti, ha decretato la tossicità dei rifiuti.

I due proprietari della cava sono stati dunque denunciati per associazione per delinquere e traffico illecito di rifiuti. Proprio quest’ultimi, nel 2016 infatti aveva avevano ottenuto dall’assessorato regionale a Territorio e Ambiente l’autorizzazione ad effettuare un piano di recupero morfologico ambientale con il «riempimento» della cava di materiale proveniente da altri scavi, compatibile con le caratteristiche del terreno, per riportare l’area al piano originario senza conseguenze per l’ambiente e per le falde idriche. Questo però non è avvenuto: dopo l’autorizzazione, infatti, la cava è diventato il contenitore dei rifiuti di attività di recupero e trattamento rifiuti.

I beni sequestrati hanno un valore stimato di circa un milione di euro.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.