fbpx
CronacheGiudiziariaNews in evidenza

Sei medici di Bronte indagati per la morte del piccolo Mattia

Cinque medici e un’ostetrica dell’ospedale di Bronte risultano iscritti nel registro degli indagati per la morte del piccolo Mattia. La decisione della Procura di Catania arriva dopo il sequestro della salma e contestualmente all’esecuzione dell’autopsia, disposta dalla questura, che ha avuto luogo oggi a Messina.

Tre le strutture sanitarie coinvolte – Bronte, Siracusa e Messina – in quella che si rivela come l’ennesima triste pagina della sanità regionale siciliana. Da Bronte, dove la madre si trovava al momento della rottura delle acque, il 19 febbraio, alla 24esima settimana di gestazione, si decise infatti il trasferimento a Siracusa poiché la struttura catanese era priva di un posto in un’Unità di terapia neonatale intensiva per ricoverare il bimbo prematuro. Da Siracusa, dove avvenne il parto il 20 febbraio, si arrivò poi a Messina il 25 febbraio a causa del peggioramento delle condizioni del bambino affetto da problematiche respiratorie. Nel nosocomio messinese vengono rilevati parametri vitali totalmente fuori norma e una grave acidosi metabolica non curata. Due due giorni dopo, il decesso.

Alcuni giorni fa i direttori generali delle Asp di Siracusa, Catania e dell’Azienda Policlinico di Messina ribadivano in una nota congiunta l’assoluta celerità ed efficenza con la quale le strutture sanitarie si erano mosse nel trasferimento e nella somministrazione delle cure. I genitori e il loro legale, Dario Pastore, denunciano lo stato di manutenzione delle apparecchiature usate a Messina. Non sarebbero state, infatti, a norma. In particolare il macchinario c-pap usato per le problematiche respiratorie sarebbe stato difettoso.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker