fbpx
CulturaLibriLifeStyle

Scritturiamo? Alessandro Russo in anteprima per L’Urlo

Il fondatore di "Scritturiamo", approda a Navarra Editore e preannuncia la strenna pasquale 2020

Scritturiamo” è tra le più note agenzie letterarie siciliane, fondata a Catania dallo scrittore Alessandro Russo. 

Un'opera di Enzo Salanitro ritraente i colori e la maglia del Catania
Un’opera di Enzo Salanitro ritraente i colori e la maglia del Catania

La qualità, l’impegno, la passione e l’amore nella presentazione di un testo, di qualunque genere esso sia, è l’acme del suo messaggio, per le giovani leve alle quali propone un metodo retroattivo: «via pc e smartphone, riprendete carta, lapis e penna».

In anteprima per L’Urlo, l’autore etneo, racconta i nuovi progetti che potremmo ‘gustare’ come strenna pasquale nel 2020. Ma non solo: con rispetto e devozione per la causa rossazzurra, non le manda a dire ad alcuni personaggi legati al club etneo che cinque anni fa, forse per troppo amore, rigettarono la passione di migliaia di tifosi nello stagno dell’allora Lega Pro oggi sarie C.

 

 

 

 

 

Alessandro, cosa bolle dentro il pentolone di Scritturiamo ?

Alessandro Russo al Megara di Augusta durante una lezione di Scritturiamo
Alessandro Russo al Megara di Augusta durante una lezione di Scritturiamo

«Inizierei dal 4° Corso di Scrittura creativa che è partito in modo entusiasmante qualche settimana orsono; il 9 ottobre, infatti, nell’ambito d’un progetto di alternanza scuola-lavoro, Scritturiamo è sbarcato al Megara di Augusta (Sr); grazie all’intuizione delle prof. Maria Adelaide Scacco e Cassandra Cariglio, sto interagendo con quarantacinque studenti del liceo classico e dello scientifico. Utilizziamo solo block-notes e penne giacché sono banditi pc e smartphone e riflettiamo insieme sulle insidie della narrazione. Lo facciamo discutendo di incipit, similitudini e metafore ma soprattutto mentre srotoliamo una miriade di esercizi creativi. Durante gli incontri, la domanda ricorrente è il rapporto tra il mondo reale e quello letterario, in più analizziamo cosa c’è dietro la pubblicazione di un’opera e parliamo di editing, correzione di bozze, grafica e impaginazione. La conclusione del progetto coinciderà con un’antologia molto particolare firmata dai quarantacinque giovani scrittori e che sarà pubblicata dall’editore Algra.

Non solo il Megara, quest’anno anche la Parini di Catania adotta Scritturiamo


All’interno di SICILIAINLIBRI, inoltre il 18 novembre prossimo alla Parini” di Catania vedrà la luce il laboratorio di scrittura creativa e teatrale SCRITTURIAMO, curato da me, Manola Turi e Samantha Polizzi e coordinato dalla prof. Silvia Emmi. Stiamo lavorando su “Musica dei Saloni” e “Serenate al chiaro di luna” (Nuova Ipsa Ed.) e su “Merica Merica” (Sciascia Ed.), tutti libri che contengono un mio testo e tre preziosi cd curati dalla Compagnia di musica popolare di Favara. Pensa che per l’occasione è nata la compagnia dei “Piccoli barbieri della Parini”, composta da bambini di 2° media; l’evento ha l’obiettivo di promuovere la lettura sul nostro territorio e il Patrocinio del Comune di Catania – Assessorato Pubblica Istruzione; lo ha voluto fortemente il nuovo Polo Bibliotecario costituito dalla rete delle scuole “Dante Alighieri” di Catania, D.S. Prof.ssa Rita Donatella Alloro, Istituto Comprensivo “G. Parini” di Catania, D.S. Dott.ssa Carmela Trovato e Istituto “L. Pirandello” di Carlentini, D.S. Prof.ssa Fabrizia Ferrante.

A partire dal 15 gennaio 2020, infine, presso l’associazione culturale Wetribe di Catania, in centro, insieme ad Eva Luna Mascolino terrò un nuovo corso di scrittura creativa aperto a tutti nei pomeriggi del mercoledì e del venerdì, ancora una volta sotto l’egida di Algra Editore».

L’estate scorsa durante una chiacchierata sull’agenzia Scritturiamo, mi dicevi che stavi lavorando sui “carusi delle solfatare”: ci illumini?

Alcuni libri di Alessandro Russo
Alcuni libri di Alessandro Russo

«Proprio così. Di questa nuova pubblicazione (Navarra Editore) se ne sta occupando il mio amico Giuseppe Maurizio Piscopo, maestro elementare a Palermo e fondatore della compagnia di musica popolare di Favara. Lui sta coordinando la registrazione del nuovo cd musicale mentre Salvatore Ferlita, in qualità di curatore, sta raccogliendo i testi degli scrittori partecipanti. Si intitolerà “Carusi di zolfo” e io vi ho lavorato con un articolato saggio sugli aspetti medico-sanitari: l’appuntamento in libreria è fissato per Pasqua».

E del Calcio Catania?

Nella foto di Laura Azzia "Antologia di racconti sul Calcio Catania"
Nella foto di Laura Azzia “Antologia di racconti sul Calcio Catania”

«Come sai, se inserito in un contesto sociologico e culturale, l’argomento

L'acquerello di Cetty Emanuele, richiama un simpatico sfottò alle compagini messinesi
L’acquerello di Cetty Emanuele, richiama un simpatico sfottò alle compagini messinesi

pallone mi intriga molto; nella nostra città i signori Pulvirenti e Lo Monaco si credono i depositari della verità ma ho paura che il loro ciclo sia di fatto già concluso. Ritornando ai libri, dopo il “Russo-Azzurro” e l’“Antologia dei racconti sul Calcio Catania”, scritta da trentadue tifosi che vivono lontano dalla città dell’elefante, tra breve sarà in uscita un volume interamente dedicato alla maglia rossazzurra che nel 2019 ha spento novanta candeline. Il lavoro, in collaborazione con Antonio Buemi, Filippo Solarino e Roberto Quartarone e con la prefazione di Tino Vittorio sarà pubblicato dalla Geo Edizioni di Empoli, Biblioteca del calcio e conterrà la cronistoria dettagliata della casacca rossazzurra e centinaia di foto inedite che faranno felici tantissimi appassionati».

Tags
Mostra di più

Salvatore Massimo Fazio

Di lui sappiamo che è contro il bigottismo sociale "è mafia pura" e che decide di vivere la socialità solo per lavoro, o rare volte al bar da Enzo quando torna a Catania. Nel 2016 col saggio "Regressione suicida", non inganni il titolo, è un invito a ripercorrere tutte le tappe della vita sino a risorgere nella veste indipendente, senza pendere dal pensiero (e da) alcuno, desta polemiche. Si ritira anche dalle direzioni artistiche "[...] non dimenticatevi che sono anche un operatore sociale e un tutto fare". Ha dichiarato difficoltà e malessere nell'aderire alle filosofie dei due outsider che ha approfondito per circa 16 anni, Emil Cioran e Manlio Sgalambro, dei quali estese la propria tesi di laurea: "C'è un motivo per il quale non posso dichiararmi filosofo, né studioso di filosofia, nonostante la stampa continua a farlo e io continui a smentirlo".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker