fbpx
CronacheNeraNews

Scritte sui muri contro Don Ciotti

Pesano quelle scritte sui muri che compaiono contro Don Ciotti. “Sbirri siete voi. Don Cotti secondino” è solo l’ultima espressione contro il sacerdote fondatore dell’associazione Libera.

Il messaggio intimidatorio è stato scritto con vernice nera nel quartiere Noce, su un muro all’ingresso di una villetta pubblica intitolata a Rosario Di Salvo, l’autista di Pio La Torre ucciso con il segretario regionale del Pci il 30 aprile del 1982.

Un episodio simile era stato registrato a Locri, in Calabria, prima della manifestazione nazionale in ricordo di tutte le vittime della mafia, sul muro dell’arcivescovado dove Don Ciotti era ospite: “Più lavoro meno sbirri” e “don Ciotti sbirro”  le due frasi apparse durante la notte.

Ora le frasi a Palermo, dove a poca distanza,  appare un’altra scritta altrettanto pesante: “Dalla Chiesa assassino”, con il disegno di una falce e martello e la firma Br.

Immediato l’intervento della società minicipalizzata Rap per ripulire i muri, ma, come hanno spiegato gli operatori, le scritte erano state già cancellate in parte da qualche cittadino.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker