fbpx
Cronache

Animali senza acqua e tra gli escrementi: scoperto rifugio lager

Gestivano un rifugio lager in cui facevano vivere gli animali tra la sporcizia e senza acqua. 

Una serie di controlli tra Librino e Vaccarizzo hanno portato ad ispezionare un canile/rifugio che accoglieva ben 55 cani e altri animali come pecore, oche, capre, bue e maiali. I poverini vivevano in condizioni pessime: mancavano acqua e cibo, le gabbie erano sporche e piene di insetti morti. Inoltre, alcuni cani erano legati ad una catena e costretti a camminare tra i propri escrementi. 

I due gestori del rifugio dunque trascuravano totalmente le condizioni del rifugio. Per questo motivo, le Forze dell’Ordine hanno denunciato i due in stato di libertà ai sensi dell’articolo 727 del codice penale, per detenzione degli animali in condizioni incompatibili con la loro natura. Dinanzi l’evidenza dei fatti, i gestori hanno ammesso le proprie responsabilità provvedendo, dietro diffida da parte dei poliziotti, a ripristinare le condizioni di benessere di detti animali.

Il rifugio ospitava cani  affidatigli da enti comunali e provenienti da situazioni di maltrattamento. I due gestori, inoltre, ricevevano donazioni economiche per la cura degli stessi.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.