fbpx
CronachePrimo Piano

Scoperto laboratorio ortofrutticolo abusivo: in nero 6 dipendenti

Abusivismo, sfruttamento e scarse condizioni igienico-sanitarie: guai grossi attendono il titolare di un laboratorio di trasformazione di prodotti ortofrutticoli celato all’interno di un magazzino. 

A scoprire gli illeciti i carabinieri del Nas di Catania, nel corso di un servizio congiunto con i colleghi del locale Nucleo Ispettorato del Lavoro. In una zona residenziale di Misterbianco, gli agenti hanno individuato un laboratorio abusivo dove era in corso la lavorazione di ortaggi ad opera di lavoratori in nero. I dipendenti si trovano in condizioni di grave degrado ambientale.

La situazione agli occhi dei militari è apparsa subito allarmante. Nello spazio di pochi metri quadrati, infatti, tra centinaia di cassette di legno accatastate, si notavano 6 cittadini nigeriani che mondavano senza sosta i prodotti della terra. L’ambiente era angusto e i lavoratori non indossavano gli indumenti protettivi contro le esalazioni ed il contatto continuo con le materie prime. È apparso subito chiaro come i sei uomini si trovassero in una situazione di grave sfruttamento dell’attività lavorativa.

Gli agenti hanno disposto l’interruzione immediata dell’attività a causa sia delle gravi condizioni igienico-sanitarie del laboratorio che la totale mancanza di requisiti per la tutela dei lavoratori. Quest’ultimi tutti assunti senza alcun contratto lavorativo, tra i quali uno addirittura privo di permesso di soggiorno. Sul clandestino pende il provvedimento di espulsione dal territorio nazionale.

L’imprenditore dovrà pagare pesanti sanzioni di circa trentamila euro comminategli per aver impiegato in nero i propri lavoratori dipendenti. Ma non solo: denunciato all’Autorità Giudiziaria per l’assunzione di cittadini extra-comunitari privi di permesso di soggiorno.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button