fbpx
LifeStyleNews in evidenzaPersonaggi

Scomparso a 102 anni il maestro Di Mauro, pittore del carretto siciliano

Aci Sant’Antonio – La comunità santantonese perde uno dei suoi figli più illustri in una soleggiata domenica mattina di inizio primavera. E’ infatti di ieri la triste notizia della scomparsa dello storico maestro Domenico Di Mauro, apprezzatissimo pittore di carretti siciliani e figura centrale di questa particolare arte antica.

Nato nella frazione acese di Guardia il 4 aprile del 1913, sin da giovane Di Mauro ha lavorato come pittore di carretti siciliani con le sue opere d’arte che nel corso dei decenni sono state esposte ed apprezzate in tutto il mondo. Il maestro Di Mauro ha svolto la propria prestigiosa attività artistica nella sua casa di via Tito ad Aci Sant’Antonio, un  luogo di pellegrinaggio da parte di molti turisti desiderosi di ammirare le opere ed il talento di “zio Minicu”, così affettuosamente soprannominato dai propri compaesani.

Domenico Di Mauro ha lavorato con passione sulla propria arte fino agli ultimi giorni della propria esistenza e si è spento nella propria casa alla veneranda età di 102 anni. Il pittore santantonese lascia in eredità un patrimonio artistico inestimabile che è stato ammirato anche da illustri personaggi della cultura italiana e non solo; Carlo Levi, Salvatore Quasimodo, Pier Paolo Pasolini e re Gustavo di Svezia, sono solo alcune delle grandi personalità che hanno visitato la bottega di Di Mauro nel corso dei decenni.

E’ stato unanime il cordoglio per la scomparsa di “zio Minicu”, ultimo grande esponente di una forma di arte popolare siciliana che si sta sempre più perdendo per il disinteresse delle istituzioni e la mancanza di vocazione da parte delle giovani generazioni, ma anche per il cambiamento dei tempi con il controverso ed insistente fenomeno della globalizzazione che sta andando ad influire sulle locali identità e tradizioni culturali.

I funerali di Domenico Di Mauro si terranno domani pomeriggio alle ore 16:00 nella Chiesa Matrice di Aci Sant’Antonio. Mentre sempre domani nel paese pedemontano, ma in mattinata sarà allestita la camera ardente a Palazzo Cantarella per dare l’occasione alla cittadinanza di porgere l’ultimo saluto a “zio Minicu”.

Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button