fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Emergenza sicurezza alla scogliera, riunione in Questura

Dopo l’ultimo episodio verificatosi nella notte del 7 luglio scorso, al di fuori del locale Mama Sea, sito alla scogliera di Aci Castello, in cui l’autista di una peugeot 1.007 ha travolto con la propria auto due 25enni, rimasti gravemente feriti, uno dei quali ancora ricoverato presso l’ospedale Cannizzaro di Catania, ieri nella sede della Questura di Catania si è tenuto un incontro fra rappresentanti del comune di Aci Castello, forze di Polizia e Polizia Municipale al fine di predisporre per la zona della scogliera, luogo oggetto della chiassosa e disordinata movida estiva, un’attività di prevenzione più precisa.

La scogliera, in cui gli stabilimenti balneari si trasformano in discoteche attira oltre le cinque mila persone a settimana, avendo però un numero di posti auto pari a 400, numero insufficiente a colmare le esigenze che la ‘movida’ richiede; non c’è dunque da stupirsi se qualcosa vada storto in merito di ordine pubblico.

All’incontro in questura si è discusso di diversi punti, quale ad esempio importantissimo l’inquinamento acustico, dovuto sia dai locali che dai rumori della strada per si protraggono sino alle prime luci dell’alba, che per quasi tutti i residenti resta un incubo.

Il sindaco di Aci Castello, Filippo Drago, dichiara che durante la settimana entrante convocherà i rappresentanti delle discoteche sperando in una loro collaborazione per limitari i gravi disagi e che, per evitare il riproporsi eventi simili alla tragedia sopra citata saranno allestiti dei dossi e saranno intensificati i controlli autovelox.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button