fbpx
Cronache

Scicli chiede a Eni ed Edison 89 milioni di tasse non versate

Il Comune di Scicli, a Ragusa, chiede il versamento di ben 89 milioni di euro alla Eni e Edison Exploration & Production per omessa dichiarazione e versamento della imposta municipale propria, quale Imu nonché del Tributo per i servizi indivisibili – Tasi per il 2016, 2017, 2018 e 2019. In dettaglio: l’accertamento nei confronti Eni S.P.A. ammonta ad 56.345.323,78, mentre, quello di Edison Exploration & Production S.P.A. a 32.923.152.99.

“Da questo momento scattano i termini previsti dalla legge per il pagamento”

“Si tratta- dichiara il sindaco del comune ragusano, Giannone- della prosecuzione di un’azione amministrativa di controllo e recupero di imposte e tributi dovuti che porta avanti quanto già fatto e concretizzato con il pagamento per l’annualità 2015”. “Come abbiamo già fatto per il 2015- prosegue- avvertiamo ora Eni ed Edison di versare al Comune di Scicli quanto dovuto anche per gli anni successivi. Da questo momento, quindi, scattano i termini previsti dalla legge per il pagamento. Una volta trascorsi si attiveranno le procedure cautelari, conservative ed esecutive previste dalla vigente normativa in materia”, conclude il primo cittadino.
G.G.
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button