fbpx
LifeStyleTeatro

Una passeggiata tra i classici: in scena Iliade di Omero al Must Teatro Musco

Gli eroi epici che hanno affascinato milioni di lettori e non solo,  saranno in scena tra le parole di Corrado D’Elia per lo spettacolo “Iliade di Omero” al Must Teatro Musco, all’interno della rassegna Palco Off. Ospite della rubrica “Un caffè con…” di Alfredo Polizzano è Francesca Vitale, direttore artistico.

Lo spettacolo

Lo spettacolo “Iliade di Omero” , scritto e diretto da Corrado D’Elia sarà in scena stasera alle 21:00 e domani, domenica 10 febbraio alle ore 18:00 presso il Must Teatro Musco.

Francesca Vitale spiega come “Iliade” rappresenti una particolarità all’interno del solito contesto teatro in qui si è soliti vedere la rappresentazione.

«Corrado D’Elia nel raccontare si siede, ti rende per mano e ti porta dentro la guerra, a casa dell’eroe e della moglie che si stanno lasciando per sempre, a conoscere lo struggimento del padre che implora la restituzione del corpo del figlio, l’assassino che si muove proprio per la commozione dinanzi al genitore di quell’uomo. Tutto questo noi lo viviamo», racconta il direttore artistico.

Il regista, infatti, ha estrapolato i momenti più toccanti del poema per rielaborarli in una prosa che riporta lo spettatore al mito e alle gesta così come le ha conosciute e di rimando, passate alla storia.

Il regista: narratore come Omero

Corrado D’Elia, proprio come un moderno Omero riporta l’opera al suo antico splendore lontano da elaborazioni troppo teatrali e cinematografiche. L’Iliade, poema che ha visto la luce dalla tradizione orale ritorna alle origini: da cantore a spettatore.

« Ho scelto l’Iliade perché elaborata così come ha fatto il registra e portata all’attenzione dello spettatore non è usuale, è un meccanismo rarissimo. È possibile sentire l’acme nell’odio, amore, vendetta, amicizia, compassione: questi elementi nel racconti del mito e della storia sono sublimati al massimo. Noi li viviamo perché abbiamo questa pietra epica di paragone alta da cui attingiamo contenuti estremamente contemporanei», continua Francesca Vitale.

Sembrerebbe, inoltre, che lo spettacolo riesca persino a commuovere gli spettatori: i sentimenti espressi in un’opera millenaria toccano ancora l’animo umano.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.