fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Scarcerata la responsabile della casa di riposo accusata di maltrattare un’anziana

Scarcerata dagli arresti domiciliari

Il tribunale del riesame di Catania ha rimesso in libertà Vincenza Greco, 67 anni originaria di Biancavilla. La donna è accusata di maltrattamenti aggravati ai danni di una persona anziana ospite di una casa di riposo. Vincenza Greco si trovava agli arresti domiciliari da metà agosto per indaggini avviate dal giugno scorso a seguito di una segnalazione in cui si denunciavano episodi di violenza.

Telecamere installate all’interno della casa di riposo avrebbero documentato maltrattamenti verso un’anziana donna.

I media, da subito, avevano parlato della “casa degli orrori”. La difesa retta dall’avvocato Giuseppe Foti ha però illustrato una realtà ben diversa al giudice del riesame. Foti sostiene che l’anziana, indicata come destinataria delle violenze, era refrettaria alla somministrazione dei farmaci prescritti. In taluni casi lei stessa resisteva con violenza procurandosi autonomamente ferite e ecchimosi. La difesa parla di un alzheimer galoppante che avrebbe reso intrattabile la donna.

I video delle telecamere registrano il momento in cui l’anziana viene abbandonata per circa 30 minuti a terra a seguito di una caduta. Anche in questo caso l’avvocato giustifica l’accaduto. L’anziana pesa oltre 130 kg e in quel frangente, nella casa di riposo, era presente solo una donna incapace di sollevare quel tipo peso. Foti rappresenta che dai filmati e dalle intercettazioni non risultano atti di violenza.

Scarcerata ma con il divieto di avvicinamento

La Greco torna in libertà ma contestualmente viene posta nella misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’anziana ritenuta vittima dei maltrattamenti.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.