fbpx
ArteCronachePrimo Piano

Opera sulla scalinata del Tribunale, la proposta: “Renderla permanente”

I volti di Falcone e Borsellino su 312 pannelli di cartonpane

“Una scalinata per guardare dall’alto in basso, con disprezzo, chi ha agito e agisce irrispettosamente nei confronti della legalità”. È questo lo spirito con cui, oggi, l’ingresso del Tribunale di Catania si tinge di tricolore e, soprattutto, mostra il suo nuovo volto. Anzi due: quelli di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Un’opera temporanea, dedicata al 26esimo anniversario della strage di Capaci, realizzata da una decina di studenti del Liceo artistico Emilio Greco. L’iniziativa proposta dalla professoressa Sara Maricchiolo, docente di discipline pittoriche e storia dell’arte, e dalla collega Veronica Zappalà è stata sposata dalla giunta dell’Associazione Nazionale Magistrati di Catania.

“Si tratta di 312 pannelli di cartonpane sovrapposti – spiega ai nostri microfoni l’insegnante – un materiale che rende l’opera solo provvisoria. Tra una settimana, infatti, la scalinata del Tribunale tornerà al suo consueto aspetto. Questo progetto è nato molto timididamente meno di un mese fa, ma l’attenzione e il sostegno che ha attirato da più parti ci spinge adesso a proporre l’opera in modo permanente. Naturalmente, con altri materiali”.

La professoressa Maricchiolo, già responsabile del murale della Legalità alla Circonvallazione, ritiene che il valore di questi progetti sia la conoscenza, oltre che la sensibilizzazione. “Per fortuna, i nostri studenti non hanno vissuto quel periodo buio della storia contemporanea, quello non soltanto di Falcone e Borsellino ma di tutte le vittime della mafia. Per questo, è importante il valore della memoria”.

Già due anni fa, gli studenti del liceo artistico in collaborazione con l’ANM avevano realizzato la tela che si trova all’interno del Palazzo di Giustizia. Questo progetto, dunque, prosegue un percorso che ha un valore sociale oltre che artistico. L’iniziativa verrà presentata oggi pomeriggio dall’Associazione Nazionale Magistrati di Catania che ha contribuito anche fornendo i materiali agli studenti. “Abbiamo fatto tantissimo lavoro – conclude la docente – ma la soddisfazione è enorme: un momento davvero commovente”.

 

 

 

 

Foto dalla pagina Fb di Sara Maricchiolo

Tags
Mostra di più

Serena Di Stefano

Versatile, volubile e più frizzante della Citrosodina, se fossi un sapore sarei di certo il sale: piacevole solo se a piccole dosi. Orientamento religioso-ideologico-politico-culturale: Pier Paolo Pasolini. Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Editoria e Scrittura, ho fatto due scelte che mi ero detta “non avrei mai compiuto”: tornare a Catania e fare giornalismo. A occhio e croce, il mio vocabolario fatica a legittimare le parole “mai” e “sempre”, per tutto il resto però c’è il “Sinonimi e contrari” sul comodino. Promemoria per la scrittura: scrivere soltanto notizie vere, utili e imparziali. Promemoria per la vita: sorridere e ringraziare.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.