fbpx
GiudiziariaNews

Sarpietro e il suo Gip saranno sentiti dalla Commissione nazionale Antimafia su caso Ciancio

“Saranno sentiti dalla Commissione nazionale antimafia, per volontà della presidente Bindi, il capo dei Gip del tribunale di Catania, Nunzio Sarpietro e il Giudice Bernabò Di Stefano, per comprendere cosa è successo nella vicenda Ciancio”, a dichiararlo  Mario Michele Giarrusso, senatore del M5S e membro della commissione Antimafia.

Il giudice Sarpietro aveva dichiarato all’Ansa che la negazione del reato di concorso esterno all’associazione mafiosa, nel caso dell’editore Mario Ciancio Sanfilippo, era stata una decisione del tutto personale e isolata della dottoressa Gaetana Bernabo’ Distefano (v. articolo).

Immediate le polemiche dell’unione delle camere penali italiane, che difendevano l’operato del Gip Bernabò di Stefano ” affinché si possano celebrare tutti i processi, con la serenità e la libertà necessaria, qualora si intenda adottare una decisione difforme rispetto a chi, pur non essendo giudice del processo, ritiene di conoscere delle verità precostituite.”.

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button