fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Sant’Agata, la processione dell’offerta della cera

Oggi, 3 febbraio, si ha l’inizio dei festeggiamenti religiosi con la processione dell’offerta della cera a sant’Agata, detta anticamente la processione della luminaria.

La processione, alla quale partecipano il clero, le autorità cittadine con in testa il sindaco e la giunta comunale, gli antichi ordini militari e cavallereschi, parte dalla Chiesa di Sant’Agata alla Fornace in Piazza Stesicoro, luogo della memoria del martirio della santa, detta a caccaredda ovvero la fornace in cui sarebbe stata martirizzata Sant’Agata, per raggiungere, attraverso la via Etnea e piazza Duomo, la Cattedrale di Sant’Agata.

La processione ha inizio con la sfilata in corteo delle dodici cannalore o ceri, questa volta non sono seguite dalla banda. Seguono l’arcivescovo metropolita, i capitoli delle basiliche Cattedrale e Collegiata, il sindaco con la giunta comunale, autorità civili e militari oltre al clero dell’arcidiocesi.

Il sindaco si reca alla chiesa di San Biagio su di una carrozza settecentesca, detta comunemente Carrozza del Senato in compagnia di alcuni membri della giunta, mentre altre autorità prendono posto in una seconda carrozza più piccola.

Divisi in otto settore parteciperanno alla processione, in ordine ascendete, nel primo settore l’associazionismo locale cittadino, le associazioni ed i gruppi che offrono la cera alla santa ed i cavalieri del collare di Sant’Agata; a seguire i movimenti e le associazioni ecclesiali, nel terzo settore tutti i gruppi parrocchiani, nel quarto i terzi ordini delle confraternite, continuando le associazioni diocesiane, nel sesto settore gli alunni del seminario arcivescovile ed i canonici della basilica Collegiata e della Basilica Cattedrale, proseguendo gli ordini pontifici di San Gregorio magno e San Silvestro ed i Cavalieri di Malta e per finire nell’ultimo settore troviamo tutte le autorità, civili e militari.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.