LifeStyle

San Patrizio: trifogli, birra e leprecauni

Verde come l’Irlanda, la Festa di San Patrizio ha contagiato tutta Italia, tanto da far illuminare il Colosseo di verde e far organizzare feste a tema. Vestiti quindi di verde, il St. Patrick’s Day è più che altro una scusa per fare baldoria e bere l’ottima birra irlandese.

La festa, ovviamente, nasce con un intento cristiano. Il 17 marzo data della morte del san Patrizio, avvenuta nel 461 a Saul. A soli 16 anni, il santo viene rapito nel nord dell’Inghilterra da pirati irlandesi per essere venduto come schiavo al re. Dopo sei anni alla corte del re dell’Irlanda del Nord, scappa e si rifugia in Francia, dove viene consacrato vescovo da Germano d’Auxerre. Poco tempo dopo, è lo stesso Papa Celestino I a incaricarlo di evangelizzare l’Irlanda, una terra all’epoca selvaggia e rude. La festa è diventata una tradizione a partire dal diciassettesimo secolo, tutti usano vestirsi di verde poiché questo è il colore ufficiale irlandese, ripreso esplicitamente dal trifoglio, simbolo proprio del Santo. Grazie a questa pianta con tre foglie attaccate a un unico stelo, San Patrizio riuscì a spiegare la Santa Trinità al popolo, riuscendo così nell’intento di diffondere la cristianità.

Al trifoglio viene affiancata la presenza dei Leprecauni, mitici folletti irlandesi, ricchissimi e che hanno l’abitudine (purtroppo per noi) di nascondere tesori in località nascoste, rivelate solo a coloro che riescono a catturarli e a interrogarli con domande specifiche. Secondo la tradizione, oggi è il giorno adatto per cercare la pentola d’oro dei Leprecauni e tenere il loro tesoro.

E la birra? Conoscete un modo migliore per brindare ad un Santo irlandese?

foto mrfogg

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.