fbpx
CronacheNews

San Cristoforo, armi e cartucce in una stalla in pieno centro

Catania – Era nascosto all’interno di una stalla, un revolver risultato rubato già da 29 anni. Gli uomini del commissariato di San Cristoforo lo hanno ritrovato all’interno di una stalla, di proprietà di Francesco Bussolari. Al suo interno, erano custoditi ben tre cavalli privi del prescritto microchip: una violazione che è costata al proprietario una sanzione di oltre 11.000 euro. Come se non bastasse, il contatore dell’energia elettrica ivi installato era stato alterato con l’applicazione di un by pass che permetteva di prelevare la corrente elettrica senza essere registrata dal contatore medesimo.

Dopo il ritrovamento dell’arma, la perquisizione si è spostata all’interno dell’abitazione del BUSSOLARI, dove, oltre al fucile e alle due pistole regolarmente detenute, sono state trovate decine di cartucce (di cui 15 “a punta cava”) di cui il proprietario non aveva fatto denuncia.

Il sequestro di tutte le armi è scattato immediatamente, così come l’arresto per  furto aggravato di energia elettrica, per detenzione abusiva di armi da fuoco, ricettazione e omessa denuncia di munizioni, mentre sono già in corso le ulteriori incombenze per l’irrogazione del divieto di detenzione armi.

L’operazione si è svolta nel contesto  del piano d’azione denominato “Modello Trinacria” che vede diverse Forze di polizia impegnate, col coordinamento della Questura, in approfonditi controlli del territorio.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button