fbpx
La Satira di TotòPrimo Piano

Salvini, siediti. Dobbiamo parlare!

Salvini, siediti. Dobbiamo parlare…
Però rilassati, e accenditela una. Puoi stare tranquillo: non contiene THC.
Li hai letti gli ultimi sondaggi commissionati dal giornale La Sicilia? Rappresentano un quadro pressoché verosimile.

Nonostante gli sforzi di Salvini, la Lega in Sicilia non riesce a spiccare il volo.

Si sa. La nostra regione, checchesenedica, è un laboratorio che anticipa da sempre i tempi su scala nazionale e ne detta l’indirizzo politico. Perciò, quel patema d’animo che si percepisce negli ultimi selfie, sarebbe anche plausibile.

Nonostante il leggero calo della Lega, partito dato intorno al 32% come percentuale nazionale, in Sicilia viaggiate tra il 15,9 e il 16,8%.

D’altra parte, caro Salvini: “chi non risica, non rosica”, si dice. E forse l’errore è stato proprio questo: non rischiare affidando le sorti di questa tornata elettorale ai “vecchi” della politica anziché puntare sui nuovi volti che oggi rappresentano la Lega sull’Isola.

Un errore, questo, che fa da gioco forza al M5S in Sicilia. Mentre al nazionale assistiamo al tracollo inesorabile del partito di Luigi Di Maio (21%), in Sicilia, secondo i sondaggi, il M5S si conferma primo partito (32,8 – 34,2%).
A Roma sarà forse più facile domare l’esercito grillino con cui condividi questo governo. Ma qui in Sicilia si continua a votarli perché nell’immaginario collettivo rappresentano il partito di rottura con il passato. I rappresentanti politici legati al passato, invece, vengono votati solo se hanno dimostrato di essere dei buoni amministratori e dei bravi rappresentanti benvoluti dal popolo. E si possono contare sulle dita di una mano.

E gli altri partiti? È presto detto.

Il PD cresce sul territorio nazionale e si colloca al 21%. Un miracolo di Zingaretti? I grillini con l’animo più a sinistra all’interno del M5S, non hanno digerito il governo pentaleghista. Ma è difficile credere che siano trasmigrati nel partito in capo a Zingaretti. In Sicilia, il PD è sorprendentemente tra il 18,4 e il 19,6% secondo Kleix. Tuttavia, il dato potrebbe traballare a fronte del punto di incontro trovato tra il PD e Forza Italia nei giorni scorsi.

Forza Italia non sarà eccelso al nazionale, ma i sondaggi in Sicilia danno il partito tra il 14,2 e il 15.1%. Salvini, sì: siete sulla stessa lunghezza d’onda. E se consideriamo che saranno sotenuti anche dagli autonomisti guidati da Raffaele Lombardo, non c’è più trippa per gatti.

Inaspettatamente, invece, Fratelli d’Italia in Sicilia cresce. Mentre al nazionale i sondaggi danno il partito di Giorgia Meloni al 5,5%, sull’isola hanno il vento in poppa che oscilla tra il 7 e il 7,5%.

Detto questo, Salvini, sei sempre sicuro di voler fare guerra alla cannabis leggera?

Vignetta: Totò Calì

Text: Debora Borgese

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.