fbpx
LifeStyleNews in evidenza

Etna Comics: un videogioco su Salvini, il populista

Va da sé che, a Etna Comics, chi ha la malattia della politica non può fare a meno di notare Call of Salveenee, videogioco in cui combattono e s’affrontano politicanti d’ogni partito: dal Matteo leghista al Matteo ex Premier.

«Nel 2015, mentre era in voga la battaglia per i Marò, mi sono detto facciamo un gioco dove c’è, appunto, Salvini che ha come obbiettivo quello di salvare i Marò lanciando le ruspe», spiega il pisano Marco Alfieri, l’inventore di Call of Salveenee.

«Dopo alcuni mesi – prosegue – ho lanciato il demo, e, nel tempo, ho aggiunto avversari come Renzi, il signore degli immigrati, Grillo col complotto e, adesso, ci sono Berlusconi e Sgarbi».

Ognuno ha il suo colpo: Sgarbi con il famoso “Capra!” e Renzi con gli 80 euro.

Il parterre di “populisti”, come li definisce Alfieri, c’è tutto, insomma. Non ha esitazione a definire Salvini, tra quelli attualmente maggiormente presenti nel gioco, il più populista; poi, da giugno «ci sarà, tra i protagonisti, anche Di Battista, per cui, se me la rifarai a luglio la domanda, ti risponderò il Dibba».

E, sulle diverse reazioni al gioco, Alfieri sembra dare una motivazione curiosamente geografica: «Se sono al Sud tutti mi vogliono bene, se sono al Nord metà mi vuole bene e l’altra metà mi dà del terún che è venuto a buttare merda sulla Padania. “Padania libera!”, urlano».

Al Centro? «Se ne fregano, mangiano la mortadella e basta».

Un personaggio siciliano s’ha da aggiungere nella lista: Rosario Crocetta, presidente della Regione Sicilia, inserito “per direttissima”; certo, anziché il populista, farà l’antimafioso.

«Ah! OK… non mi gambizzano, vero?», mi chiede stupito. No, con l’antimafia non c’è nessun pericolo, dicono.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button