fbpx
CronacheSenza categoria

Rivoluzione viale Vittorio Veneto: è lotta per i commercianti

I lavori sono iniziati qualche giorno fa ma l’ira dei commercianti di viale Vittorio Veneto non ha tardato ad arrivare. Da un lato le modifiche alla viabilità porteranno diversi vantaggi quale il transitare più veloce dell’autobus e l’abolizione della sosta selvaggia in doppia fila. Ma, dall’altro, però  sembrerebbe l’inizio di una lenta morte per le attività commerciali della zona.

Ne parliamo con Giovanni La Magna, rappresentante di Unimpresa, che ci racconta come nessuno dei commercianti fosse stato avvisato della “rivoluzione”.

«Da ieri abbiamo girato tutte le attività commerciali site al viale Vittorio Veneto per sapere cosa ne pensassero i commercianti di questa nuova opera. Ovviamente nessuno era favorevole. La cosa più grave però è che l’amministrazione comunale non aveva chiamato in causa nessuno per sapere cosa ne pensasse. Proprio per questo motivo abbiamo iniziato ieri con questo sondaggio. Oggi invece abbiamo fatto diverse dichiarazioni stampa anche per coinvolgere l’amministrazione nella figura di Alessandro Porto a cui abbiamo fatto presente che domani, alle 18:30 nella nostra sede  faremo questo incontro con tutti gli operatori e i residenti per sapere quali sono le migliorie da apportare necessariamente affinché non si blocchi il commercio in viale Vittorio Veneto», dichiara l’imprenditore.

Le strisce blu e l’impossibilità di scaricare le merci per i commercianti di viale Vittorio Veneto

Restringendo la carreggiata, vista la posizione centrale della corsia preferenziale degli autobus, tante saranno le difficoltà per i possibili clienti di parcheggiare. Ma non solo: ad aggravare la situazione anche l’istituzione delle strisce blu. La domanda sorge spontanea: come faranno le attività a scaricare le merci?

«In questo periodo dell’anno, non dico che in passato le macchine si contavano sulla punta delle dita ma quasi. Ora il traffico è paralizzato. Non immagino cosa accadrà quando apriranno le scuole. L’amministrazione istituirà le strisce blu, manovra sicuramente dannosa perché sappiamo come non garantiscano poi il vero motivo per cui nascono, ossia l’alternanza che faccia si che la sosti duri solo poche ore. I commercianti chiedono che vengano messi dei luoghi di carico e scarico. Si chiede, inoltre, che non vengano messe le strisce blu ma che al massimo che si garantisca una sosta veloce con un disco orario per far si che ci sia un’alternanza delle automobili», prosegue La Magna.

Il commercio lungo il viale Vittorio Veneto vive da tempo un periodo di crisi. Congestionato il traffico in una delle arterie principali della città, non potrà che essere un altro punto a sfavore per una situazione già delicata.

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker