fbpx
Sport

Il Catania annulla il ritiro

La giornata di ieri è stata una domenica di attesa per i tifosi rossazzurri che, incassata l’ennesima umiliazione, attendevano notizie sul possibile ritiro della squara prospettato subito dopo la sconfitta di Chiavari, e sul futuro del tecnico Marcolin. In un primo momento il destino del tecnico era apparso segnato dopo l’ennesima umiliante sconfitta subita in campo esterno, tuttavia a distanza di qualche ora Marcolin ha incassato la conferma a tempo della società, che continua nella sua distruttiva “campagna del silenzio” che non fa altro che alimentare in maniera incontrollata voci più o meno fondate. Soltanto una vittoria, domenica contro l’Avellino, potrà garantire al tecnico, ex Lazio, la permanenza sulla panchina rossazzurra.

E’ stata proprio una scelta di Marcolin, dopo aver incassato la fiducia della società, quella di sciogliere il ritiro della squadra.

I tifosi tremano difronte all’immobilismo decisionale della società e di fronte allo spalancarsi del baratro chiamato Lega Pro che rappresenterebbe un colpo sportivo ed economico probabilmente mortale per la società. Sono stati cambiati tecnici, preparatori atletici, giocatori, staff, ma la situazione non sembra migliorare. Soltanto Cosentino, a cui sono stati affidati tutti i poteri decisionali, è ancora al suo posto. Cosa mai dovrà accadere, dopo una retrocessione e una stagione trasformatasi in incubo, prima che il presidente si ravveda sulle sue capacità gestionali?

Pare che alla base dell’annullamento del ritiro ci sia un confronto avvenuto ieri a Torre del Grifo tra società e squadra. Secondo la Gazzetta dello sport, Cosentino ha inchiodato, con toni per niente pacati, i calciatori alle proprie responsabilità e li ha informati dell’annullamento del ritiro voluto da Marcolin. Pulvirenti, presente, non avrebbe parlato.

Si è preferito mantenere il solito programma settimanale di allenamento.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button