fbpx
Cronache

Rissa sotto gli “Archi” il video che scandalizza la società civile

Tra ironia e analisi antropologiche il catanese di scatena coi commenti

«Aiutiamoli a casa loro: ai domiciliari» La Liscia catanese tra l’indignasione dei social al video di una rissa che in poche ore è diventato virale

Rissa impunita. E’ questo il commento che si legge più di frequente sotto un video che sta diventando virale. Non mancano ironia e paura. la tipica liscia catanese capace di un commento sarcastico anche davanti al fatto più cruento. «Aiutiamoli a casa loro, ai domiciliari». Ma anche commenti di condanna più dura.

Catania si divide, anzi si frammenta

Si, perchè mentre da un lato, tra le migliaia di commenti ci sono gli indignati. Dall’altro c’è quell’altra Catania. Quella che questi video li fa e quella che di questi è protagonista. Quella catania fatta di giovani catanesi per cui è un vanto “chiantari pammati” e diventare famoso. Qualcuno addirittura teorizza questa situazione. «un rito dei giovani futuri leoni». Quasi come se si assistesse ad un vero e proprio rito di passaggio. Fatto da dimostrazione non tanto di forza ma di potenza. Già perchè le due cose non sono necessariamente collegate. Cento contro uno non è chiaramente dimostrazione di forza. Ma dimostra quanto un membro del clan sia potente. Insomma quanti aiutanti accorrono ciecamente a suo seguito.

Dalla parte degli indignati

Gli indignati da tastiera ci sono sempre. Ci sono quelli che se ne tirano fuori «ho scordato cosa significa uscire la sera a Catania» poi guardi la foto profilo e ti rendi conto che non è la pericolosità della città ma la vecchiaia a cambiare certe abitudini. Poi quelli che nonostante l’amore per il capoluogo etneo sono felici di aver fatto nascere la prole in altri lidi più civili, lontani da ogni rissa.

La propensione fenotipica alla riproduzione

Immancabilmente giunge la spiegazione antropologica alla rissa. «La cosa preoccupante è proprio la loro predisposizione alla riproduzione». Da cui si aprono dissertazioni sul fenotipo specifico. Addirittura si legge un «finchè si ammazzano tra di loro è tutto grasso che cola».

Al di la del folclore 2.0 che possono generare questo tipo di video è l’indignazione quella che risalta. Ci si chiede come mai in presenza di una rissa di questo tipo nessuna divisa si trovi a passare di li per caso. Quasi come fosse normale, quasi organizzato per i turisti. O meglio per dare sfogo a chi ha da lamentarsi. Vero è che la situazione, pare stia degenerando.

Poco importa se il video è di ieri o dell’anno scorso

Potrebbe essere una rissa di questo fine settimana o dell’anno passato. Il sentimento comune rimane. Quello id una città in abbandono. O meglio quello di una città caduta in mano a giovani violenti. Prepotenti che sembrano agire come se avessero le spalle coperte.

Ecco il Video della Rissa sotto gli Archi della Marina

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker