fbpx
CronacheUniversità

Protesta studenti. Il rettore “Ateneo al lavoro per nuovi spazi”

"L’Ateneo sta lavorando per allestire nuovi locali o recuperarne e riadattarne altri"

Riceviamo e pubblichiamo la risposta del Rettore dell’Università di Catania dopo la protesta di oggi al monastero dei Benedettini da parte di alcuni studenti.

“A seguito della manifestazione di protesta di questa mattina al Monastero dei Benedettini, ritengo necessario intervenire per precisare che l’Università di Catania valuta con attenzione la richiesta degli studenti di poter avere a disposizione, secondo le regole previste, ampi e confortevoli spazi per la didattica e lo studio, nonché per iniziative culturali e ricreative.

E in quest’ottica l’Ateneo sta lavorando, già da tempo, come si evince dal programma triennale per l’edilizia, per allestire nuovi locali o recuperarne e riadattarne altri che attualmente sono in disuso o impiegati diversamente.

Questa mattina il Prorettore, prof. Giancarlo Magnano San Lio, e la Direttrice del Disum, Maria Caterina Paino, hanno spiegato ai nostri studenti, che reclamavano per la prolungata chiusura dello spazio fino a poco tempo fa utilizzato come bar del dipartimento, che tale chiusura è purtroppo dovuta a un provvedimento di sequestro amministrativo causato da una vicenda giudiziaria che ha coinvolto la ditta affidataria della struttura e che, speriamo, possa risolversi in breve tempo.

Al tempo stesso, hanno rassicurato gli studenti sul fatto che il rettore è sempre disponibile ad incontrarli e ad ascoltare le loro richieste, pur non risultando al momento pervenuta agli uffici del rettorato, contrariamente a quanto dichiarato, alcuna specifica petizione.

In tal senso, avendo individuato come punto cardine del mio mandato alla guida dell’Università di Catania proprio la “centralità dello studente”, confermo ampia disponibilità al confronto e al dialogo, sia nelle sedi preposte – organi di governo e Consulta degli studenti –, sia creando occasioni di incontro su temi specifici, e con diversi interlocutori quali gli esponenti del Movimento Universitario Autorganizzato, in modo da poter raccogliere e valorizzare le istanze di tutta la componente studentesca.”

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button