fbpx
Sport

Riscatto per L’Ekipe Orizzonte: abbattuta la RN Florentia

Settima vittoria in otto partite per LEkipe Orizzonte Catania. Archiviata la defezione contro il Rapallo, le rossoazzurre salutano il 2018 con una convincente prestazione contro la RN Florentia. Primato consolidato.

Primi due tempi devastanti dell’Orizzonte

Serviva una pronta reazione, dopo l’insufficiente prestazione del turno precedente in terra ligure, la risposta è stata più che positiva. Rapallo è un lontano ricordo, metabolizzato ma non dimenticato. La squadra ha riflettuto e lavorato sugli errori commessi, mettendo in scena una prestazione devastante per le avversarie. Non si sono sentite le assenze di Koolhass e Van Der Sloot, impegnate con la nazionale olandese, e della squalificata Valeria Palmieri.

La partenza sprint dell’Orizzonte porta la firma di Rosaria Aiello, autrice di una doppietta, del capitano Arianna Garibotti e di Roberta Bianconi su rigore. Le toscane, invece, vedono infrangere i pochi tentativi concessi davanti a Giulia Gorlero, le cui braccia arrivano dappertutto. Il copione si ripete identico nella secondafrazione, dov’è ancora il portiere rossoazzurro a distinguersi.

Non è da meno il reparto offensivo, prima con Bianconi, la cui botta dalla distanza carambola dalla traversa sulla schiena dello sfortunato portiere fiorentino; quindi Isabella Riccioli, che si destreggia in acqua come una danzatrice sul ghiaccio, esibendo poi un pallonetto di rara bellezza, che strappa gli applausi del pubblico.

In questo frangente, le avversarie litigano con la fortuna, colpendo tre legni in pochi minuti.

Le nostre, invece, sono letali e vanno ancora a segno con Claudia Marletta, imbeccata in mezzo a due difensori da un sontuoso passaggio di Bianconi, stile Andrea Pirlo.

Risultato in cassaforte: spazio alle nuove leve

La seconda parte della gara si apre con un tiro di pregevole fattura all’incrocio dei pali di Roberta Bianconi, sempre tra le migliori. Quindi è la volta di Claudia Marletta, il cui tiro da fuori bacia la traversa e si insacca alle spalle dell’incolpevole estremo difensore.

A questo punto, comincia un’altra partita. L’Orizzonte si adagia sull’enorme vantaggio acquisito di nove reti a zero. In acqua le giovanissime Irene Pane e Morena Leone, all’esordio in Serie A,nonostante siano ancora adolescenti. Di contro, le fiorentine rispondono con carattere e trovano con maggiore facilità la via della rete, dapprima dalla distanza con Marioni, poi con una doppietta di Mandelli. In mezzo, un rigore di Arianna Garibotti, che spiazza il portiere, per il complessivo 10-3.

Il quarto tempo è una mera formalità. Pezzo forte l’erroraccio di Marletta, che perde il controllo della palla quando si apprestava a battere un rigore. Per le nostre, una sola marcatura ad opera di Aiello; per la RN Florentia due reti con Mandelli e Crevier.

L’11-5 finale ci consegna, dunque, un Orizzonte ritornato ai suoi livelli, più concentrato e meno disordinato.

Commenti post partita

Andrea Nesti, Team Manager della Rari Nantes Florentia: «Partita per noi sicuramente proibita. Abbiamo incontrato la squadra più attrezzata del Campionato, con tantissima voglia di riscatto per la sconfitta subita. I primi due tempi sono stati massacranti per noi, dopo le ragazze sono riuscite ad essere più concrete. Continuiamo a dimostrare una scarsa capacità realizzativa, anche se siamo stati un po’ sfortunati nei tiri. Possiamo ritenerci comunque soddisfatti del risultato. Il nostro obiettivo stagionale rimane la qualificazione per la Final Six».

Stessa lettura da parte dell’allenatrice rossoazzurra Martina Miceli: «Per noi era importante finire bene l’anno, dopo la prestazione negativa di Rapallo. Oggi è stato uno step molto importante per noi, data l’assenza di tre titolari. Primi due tempi quasi perfetti, sia per l’atteggiamento, sia per il gioco espresso in acqua. Contenta per l’esordio delle più piccole, cui giova accumulare minuti in acqua».

Roberta Bianconi: «Dal risultato magari non sembra, ma non era una partita da sottovalutare: squadra dimezzata e tante giovani all’esordio. Ottima la prima parte, poi qualche errore di troppo proprio delle ragazzine. Ci stiamo ponendo degli obiettivi più a livello psicologico ed emotivo, che tattico. Dobbiamo ancora amalgamarci meglio come squadra, essere ancora più unite: ci sono, purtroppo, dei momenti in cui alcune di noi giocano per conto proprio. Ci stiamo impegnando per superare questi momenti».

Tabellino

EKIPE ORIZZONTE – RARI NANTES FLORENTIA 11-5 (4-0, 3-0, 3-3, 1-2)

EKIPE ORIZZONTE: Gorlero, Ioannou, Garibotti 2, Bianconi 2, Aiello 4, Spampinato, Giuffrida, Marletta 2, Leone, Pane, Riccioli 1, Santapaola, Condorelli. All. Miceli.

RARI NANTES FLORENTIA: Banchelli, Rorandelli, Mandelli 3, Cordovani, Mc Kelvey, Crevier 1, Sorbi, Francini, Giachi, Giannetti, Marioni 1, Cotti, Perego. All. Sellaroli.

Arbitri: Braghini e Scillato.

L’Ekipe Orizzonte nuovamente da sola in testa alla classifica, grazie al pareggio del Plebiscito Padova in casa della SIS Roma (5-5). Le catanesi guidano adesso con 21 punti, seguite a sole due lunghezze da Padova e Rapallo e a quattro da Roma.

Dopo la sosta natalizia, appuntamento a Roma il 5 e il 6 gennaio per le Finali di Coppa Italia, in attesa di cominciare il cammino in Coppa dei Campioni.

Ci congratuliamo con Morena Leone per la sua prima convocazione nella Nazionale Under 15.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button