fbpx
Cronache

Rilevatori di gas nocivi nei mezzi di emergenza, la richiesta dei soccorritori

L'associazione Autisti Soccorritori Italiani chiede di dotare i mezzi di emergenza di rilevatori di gas nocivi

Dopo il grave incidente di Ragusa, dove due coniugi sono rimasti intossicati durante il loro soggiorno in un albergo durante il viaggio di nozze, l’associazione Autisti Soccorritori Italiani chiede che si disponga la dotazione obbligatoria per i mezzi di emergenza di rilevatori di gas nocivi.

“La possibilità di dire che la scena è sicura –  spiega il presidente dell’associazione Stefano Casabianca – è il primo passo per la tutela della salute pubblica. Non solo quindi degli equipaggi del servizio, ma di chiunque sia coinvolto nella scena.”

La richiesta dei dispositivi avviene in previsione delle temperature rigide dell’inverno e dall’elevata presenza, in molte case, di un riscaldamento “vecchio stile” stufe a legna o camini o stufe a GPL o ancora vecchie caldaie ormai mal funzionanti.

“Non serve certo ricordare i casi di cronaca che registrano decessi per queste cause –  conclude Casabianca – ed ecco perchè è necessaria la massima sicurezza fin dai primi soccorsi”

l’ipotesi di rendere obbligatorio la dotazione agli equipaggi dei mezzi del servizio urgenza emergenza di rilevatori per il monossido ed altri gas nocivi, tali DPI verrebbero istallati a tutela della salute degli equipaggi del servizio emergenza, sia dipendenti che volontari, proprio per dire:” La scena è sicura”, nonché a tutela della salute pubblica.

In previsione , in molte case, si ha una elevata incidenza del dai fatti di cronaca anno dopo anno di registrano dal nord al sud d’Italia molti decessi per queste cause.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button