fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Ricettazione al CARA di Mineo, fermato pakistano

Catania – La Polizia di Stato ha tratto in arresto Saleem Muhammad Umer, (cl.1986), in quanto ritenuto responsabile del reato di ricettazione aggravata.

A  seguito di mirata attività info – investigativa, personale della Sezione “Criminalità Straniera e Prostituzione” apprendeva che all’interno del  C.A.R.A. di Mineo (CT) uno straniero di origine pakistana esercitava l’attività di rivendita non autorizzata di telefoni cellulari e di SIM card di gestori di telefonia italiani e stranieri.

Dopo aver individuato il cittadino pakistano e l’alloggio del centro di accoglienza per richiedenti asilo occupato abusivamente dallo stesso straniero, personale di questa Squadra Mobile e del Commissariato di P.S. di Caltagirone (CT), nella tarda mattinata di ieri 28 luglio effettuava perquisizione domiciliare nel  corso della quale, all’interno di alcuni borsoni, sono stati rinvenuti e sequestrati n. 287 telefoni cellulari di varie marche e modello, centinaia di schede prepagate SIM dei gestori telefonici italiani ed esteri, centinaia di ricariche telefoniche di diverso importo e la somma di 1200, 00 euro.

Espletate le formalità di rito, Saleem Muhammad Umer è stato associato presso la Casa Circondariale di Caltagirone (CT) a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button