fbpx
NewsPolitica

Riaperte le discariche in Sicilia, necessario piano regionale

Sicilia – Riaprono le discariche dopo lo stop di ieri e il caos creato con i compattatori, che non hanno potuto conferire i rifiuti nelle discariche (Vedi articolo). Il presidente Rosario Crocetta ha emanato, d’intesa con il ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare, un’ordinanza per la gestione temporanea dei rifiuti in tutto il territorio. In particolare, “occorre per cause di forza maggiore – si legge nell’ordinanza – nei limiti e con le prescrizioni risultanti procedere alla reitera per ulteriori sei mesi della speciale forma di gestione determinatasi per l’impiantistica regionale, in particolare relativamente agli impianti gestiti dalla Oikos spa e dalla Sicula Trasporti Spa”.

L’Oikos, quindi, continuerà a gestire la discarica di c.da Valanghe D’Inverno tra Motta Sant’Anastasia e Misterbianco, ma è proprio il documento regionale a confermare la non possibilità della chiusura della discarica, nonostante il progetto presentato il 13 gennaio di quest’anno.

L’ordinanza prevede la costruzione di inceneritori per lo smaltimento di 700 mila tonnellate di rifiuti l’anno in Sicilia e l’aumento della racconta differenziata, considerata “l’obiettivo principale dell’amministrazione regionale”.

Secondo il documento, entro 7 giorni dalla sua emanazione, il Dipartimento Regionale dell’Acqua e dei Rifiuti dovrà predisporre un piano di azione e un cronoprogramma “volto a garantire la realizzazione degli impianti necessari […] con indicazioni delle azione e degli obiettivi intermedi di raccolta differenziata e conseguente riduzione dei Rifiuti Urbani Residui”.

Il presidente della regione procederà con l’aggiornamento del piano regionale, che dovrà  concludersi entro il 30 agosto. Allo stesso tempo, l’assessore regionale all’energia dovrà presentare entro il 15 giugno un disegno di legge “che determini una totale riorganizzazione della governance regionale dei rifiuti attraverso una drastica riduzione degli ambiti territoriali”. Inoltre, entro il 31 luglio l’assessorato dovrà anche prevedere la riduzione e la ristrutturazione delle SRR (Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti) “anche ai fini della potenziale riduzione della tariffa a carico dell’utenza”, anche attraverso la nomina di commissari straordinari.

“Per il superamento dell’immediata emergenza – si legge – la frazione organica derivante da Rur potrà essere destinata in discarica”.

I sindaci ed i consiglieri Comunali del territorio, dal canto loro, “devono adottare o adeguare entro e non oltre il 7 luglio 2016 il regolamento comunale per la raccolta differenziata, che tenga conto sia dei progressivi aggiornamenti nominativi sia di quanto si rende necessario attuare con l’avvio del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti differenziati in forza dell’ordinanza stessa”, attuando entro 10 giorni ogni azione utile per l’incremento della raccolta differenziata, presentando un piano al consiglio comunale.

Per fare questo, secondo l’ordinanza, i sindaci potrebbero anche prevedere degli incentivi ai cittadini virtuosi.

La regione siciliana invierà reportage mensili sulle azioni realizzate e fornirà con cadenza trimestrale tutte le informazioni e i dati necessari per verificare il progressivo rientro al regime ordinario.

Ad Acireale, l’assessore all’Ambiente  Francesco Fichera aveva inviato una nota di scuse ai cittadini per il disagio che si era venuto a creare « Ci vorrà qualche giorno prima di  ritornare alla normalità – dichiara oggi l’assessore – I nostri compattatori, che ho fatto partire con largo anticipo, sono riusciti a scaricare i rifiuti di ieri e sono nuovamente a lavoro per riprendere la raccolta dei rifiuti che erano  rimasti indietro».

ORDINANZA RIFIUTI

articolo di Angela Seminara e Desiree Sicilia

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.