fbpx
Sanitá

Nuova rete ospedaliera, la sesta commissione dà l’ok

La Sesta commissione ha dato l’ok per la riforma della nuova rete ospedaliera siciliana. La riforma della rete ospedaliera prevede, non solo la ritrovata autonomia di alcuni nosocomi, ma anche l’introduzione di nuovi reparti.

Il testo passa con sette voti favorevoli, quattro contrari e due astenuti.

Decisivo il voto di Nicola D’Agostino e di Sicilia Futura. “Convintamente l’abbiamo appoggiata – dice D’agostino – apprezzando il lavoro svolto in questi mesi dall’assessore Razza che si è sostanziato nell’ascolto del territorio e dei settori della sanità pubblica e privata. È stato rispettato l’impianto di base proposto dall’ex assessore Gucciardi, modificato con elementi utili a rendere la sanità siciliana più vicina ai cittadini. Auspichiamo ora che la proposta della nuova rete ospedaliera, al vaglio del ministero della Salute venga in gran parte confermata”.

Contrari i grillini, che avevano bocciato senza termini la bozza della rete ospedaliera, ritenendola “assolutamente insostenibile sotto il profilo economico”

Astenuti invece i deputati del Pd, per i quali “Il decreto di riordino della rete ospedaliera se pur apprezzabile in alcune parti non risponde appieno alle esigenze dei territori. Per questo abbiamo deciso di  astenerci durante la votazione finale del provvedimento”.

Adesso la palla passa al Ministero della Salute.

Approvata la nuova Rete ospedaliera. Entra il San Marco di Catania

«Il parere favorevole reso dalla sesta commissione alla nostra proposta di Rete rappresenta un significativo risultato per il quale desidero ringraziare la presidente Margherita La Rocca Ruvolo e tutti i commissari. Essere riusciti a determinare una nuova organizzazione nella primissima parte della legislatura, consentirà, dopo il confronto con i ministeri affiancanti, di realizzare nei prossimi mesi un effettivo passo avanti nell’interesse di tutta la popolazione» ha dichiarato l’assessore regionale per la Salute, Ruggero Razza, a commento del parere favorevole reso quest’oggi dalla VI Commissione parlamentare alla proposta di revisione della rete ospedaliera avanzata dal governo Musumeci.

«Avevo preso l’impegno a compiere questo primo passo nei sei mesi iniziali, e così è stato. Adesso – prosegue Razza – subito al lavoro per render effettiva la proposta, per individuare le giuste strategia per il completamento degli organici, per avviare l’attesa revisione della rete del territorio, vero punto di svolta per assicurare servizi efficienti ai cittadini. Ci prepariamo al confronto con i ministeri affiancanti, nella consapevolezza di avere riportato la proposta di rete dentro i parametri del D.M. 70/2015 e di aver operato nell’interesse di tutti i territori. Se consideriamo che il voto odierno arriva dopo la “promozione” della nostra Isola sui LEA, siamo davvero soddisfatti perché l’attività di programmazione procede di pari passo con la quotidiana gestione della erogazione dei servizi sanitari».

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.