fbpx
Cronache

Resto al Sud, nuove agevolazioni per gli under 35

La misura è promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e sarà gestita da Invitalia

Dovrebbe partire dopo l’estate il programma di agevolazioni Resto al Sud, dedicata ai giovani con meno di 35 anni. La misura è promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e sarà gestita da Invitalia, mentre il CNA fornirà il supporto dell’ufficio Start Up per redigere il proprio piano e partecipare alle agevolazioni.

La misura Resto al Sud, inserita nel pacchetto di rilancio per il Mezzogiorno, è dedicata alle nuove start up progettate da under 35 e prevede la possibilità di chiedere un aiuto fino a 40mila euro per coprire le spese per avviare la propria azienda, che possono diventare 200mila euro in caso di più soci.

L’agevolazione arriverà fino a 40mila euro, di cui il 35% a fondo perduto e il resto a tasso zero, con il beneficio della garanzia pubblica del Fondo di garanzia per le PMI. L’agevolazione riguarda tutte le iniziative imprenditoriali legate all’artigianato, all’industria, al turismo, alla pesca e ai servizi (restano escluse professioni e commercio).

I beneficiari non devono risultare già titolari di attività di impresa in esercizio e, fino al rimborso del finanziamento, non devono risultare titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato presso un altro soggetto. La norma punta anche a far rientrare meridionali residenti all’estero: possono accedere ai benefici se entro 120 giorni dall’accoglimento della domanda riportano la residenza in una regione tra Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

L’obiettivo è raggiungere una platea di 100mila possibili nuovi imprenditori: in pista 1,25 miliardi fino al 2025 dal Fondo sviluppo e coesione, di cui una prima parte sono stati già sbloccati dal Cipe nella riunione del 7 agosto scorso.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button