fbpx
CronachePrimo Piano

Renault 4 a Mazzarino, la replica: “Faremo ricorso”

Sarebbero stati i servizi sociali di Aci Trezza a trasferire i quattro ragazzi francesi alla guida dell’ormai famosissima Renault 4 fino a Mazzarino.

A parlare è Luca Arcadipane, 35enne e proprietario della casa in campagna dove alloggiano gli artisti di strada dopo il loro arrivo nel comune nisseno. La presenza dei quattro francesi ha scatenato l’indignazione di tutti i siciliani.

«Angelino, Leon, Artur e la ragazza Morgan sono persone d’oro. I servizi sociali di Aci Trezza li hanno mandati qui perché otto persone in 30 mq non potevano stare. Un operatore del 118 o della croce rossa, non so bene, ci ha contattati dopo il tam tam partito per cercare qualcuno che li ospitasse. Mi ha chiesto se potevo accoglierli perché ad Aci Trezza non potevano stare. Ho dato la mia disponibilità. Lì gli hanno consegnato l’autocertificazione con lo spostamento dalla casa dove abitavano alla mia. Con il mio nome e i miei dati. Però oltre all’autocertificazione a loro non è stato dato nulla. Dopo essere arrivati qui si è sparsa la voce e poi sono stati multati. Faranno ricorso. I servizi sociali di Aci Trezza hanno detto loro di partire di notte così non avrebbero dato nell’occhio».

«Non sono positivi al coronavirus e hanno osservato la quarantena. Ora staranno da me fino alla fine dell’emergenza. In questo momento la solidarietà dovrebbe essere la parola d’ordine per tutti», conclude Arcadipane.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker