Cronache

Rekeep Catania, ritirata la procedura di licenziamento. Salvi 91 lavoratori

Sono salvi i 91 lavoratori dei servizi ospedalieri dell’appalto Rekeep in servizio nelle strutture “Vittorio Emanuele”, “Ferrarotto” e “Santo Bambino” di Catania.

Questa mattina, nel corso di un incontro convocato al Centro per l’impiego, dopo la riunione che si è tenuta nei giorni scorsi in Prefettura, la società (che svolge l’attività in associazione temporanea di imprese con le ditte Dusmann e Pfe) ha comunicato di ritirare la procedura di licenziamento collettivo dei 91 lavoratori dopo aver effettuato un sopralluogo nei locali del nuovo ospedale “San Marco” di Librino ed aver ricevuto rassicurazioni da parte dell’azienda ospedaliera “Policlinico” circa l’affidamento dei servizi nel nosocomio che verrà aperto a breve.

Si chiude così una vertenza che ha tenuto con il fiato sospeso quasi cento famiglie catanesi, con le sigle sindacali che sin dal primo giorno hanno sostenuto l’irricevibilità del procedimento, ritenendo gli esuberi ingiustificati poiché gli operatori stanno attualmente lavorando nei presidi di appartenenza.

“Siamo soddisfatti di questo esito che, diversamente, non poteva essere così come la Ugl ha sempre detto in ogni sede. Non vi era alcuna necessità di licenziare i 91 addetti, anche perché oggi saranno utili nella nuova sede di lavoro – afferma il dirigente delegato per il settore multiservizi della Ugl Salvo Strano – Grazie all’impegno costante abbiamo fatto valere così le ragioni dei lavoratori, contribuendo ad evitare un brutto contraccolpo per i livelli occupazionali”.


E.F.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.