fbpx
CronachePrimo Piano

Reddito di Cittadinanza: aumentano le richieste e le card ritirate

Non si arresta il boom di richieste per acquisire il reddito di cittadinanza: in Sicilia, infatti il numero di domande è salito fino a 235.522. Una cifra esplosiva che classifica l’Isola seconda solo alla Campania tra le regioni italiane dove la richiesta è maggiore.

I dati

Di pari passo, però, cresce anche il numero di famiglie a cui questo aiuto è stato revocato. Tantissimi, infatti, i casi di “furbetti” che cercavano di ingannare lo Stato, continuando a svolgere parallelamente un’attività abusiva o un lavoro in nero. Secondo l’ultimo report Inps, sono ben 6240 le famiglie che non percepiranno mai più il reddito di cittadinanza. Nello specifico, su oltre 39mila nuclei familiari catanesi assegnatari, 1403 sono le pratiche decadute. 

Al momento, la Sicilia vanta oltre 169mila beneficiari: ma il numero di cittadini “in attesa” si aggira intorno ai 17mila. Quest’ultimo dato nettamente più interessante se si pensi come solo un mese fa, a settembre, le richieste in fase di elaborazioni erano seimila in meno. Per non contare i titolari di Reddito di Cittadinanza che erano circa 165mila: una crescita di ben quattromila famiglie. 

Ma quanto ha speso lo Stato per assicurare un aiuto alle famiglie siciliane più bisognose? La cifra tocca i 567mila euro per i 402.265 componenti di oltre 145mila famiglie. Ora, però, si entrerà nel vivo del vero obiettivo del reddito di cittadinanza ossia sostenere i nuclei familiari, formarli ed integrarli nel mondo del lavoro. Il ministro Catalfo, infatti, ha firmato il decreto ministeriale che delibera l’avvio dei lavori di pubblica utilità che i beneficiari del Reddito di Cittadinanza dovranno effettuare. Finisce così il mito del “sussidio facile”.

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker