fbpx
Cronache

Rave party abusivo alla Plaia

Diciannove indagati dalla polizia per un RAVE PARTY non autorizzato realizzato in terreni privati.

Gli agenti del commissariato di Librino, lo scorso sabato presso Viale Kennedy hanno scoperto la festa clandestina che si teneva all’interno di diversi terreni ed edifici privati occupati illegalmente e senza alcuna autorizzazione.

Musica ad alto volume, molto alcool, cucine a gas accese, tende da camping per il pernottamento e tendoni con diverse attrezzature sia musicali sia per divertimento; queste le cose trovate dalla Polizia giunta nel luogo. Inoltre, era stato allestito anche un angolo bar professionale per la somministrazione di bevande alcoliche e alimenti.

L’ambiente circostante cosparso di spazzatura riversata nei terreni, in particolare bottiglie di vetro e plastica e simili; rifiuti circondati da autovetture e autocarri utilizzati per il trasporto della merce e delle attrezzature per la realizzazione dell’evento illegale.

Individuati i 5 organizzatori ritenuti responsabili di avere dato luogo all’apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo e intrattenimento e aver commesso il fatto mediante occupazione abusiva di terreni privati.

Si registra la voce del proprietario di uno dei terreni, contattato dalla polizia, che ha sporto querela per invasione del proprio lotto immobiliare.

Inoltre, ha denunciato gli organizzatori dell’evento, i quali avrebbero rimosso la recinzione messa a tutela della sua proprietà per entrare anche con le autovetture e gli autocarri.

Sentiti anche diversi testimoni, che effettivamente hanno confermato di essere arrivati lì per partecipare al “rave party” progettato dagli organizzatori, poi indagati.

Le operazioni di polizia hanno consentito di indagare in stato di libertà 19 avventori per aver preso parte a detta manifestazione.

crediti foto: LaSicilia

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker