CronacheNewsNews in evidenza

Ratti all’Università di Catania, ma gli studenti reagiscono con ironia

Ratti all’Università di Catania, ma gli studenti reagiscono con ironia.

Sta facendo discutere un articolo pubblicato dalla testata giornalistica liveunict.

L’articolo “ospita” al suo interno un video nel quale alcuni ragazzi, divertiti, per non dire estasiati, osservano un ratto passeggiare in un bagno della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Catania.

topo-ingegneria (fonte- http://catania.liveuniversity.it/)

Sembrerebbe che il ratto sia l’ennesimo dei problemi presenti all’Università di Catania: dalla carenza di carta igienica (una costante per gli istituti pubblici adibiti all’istruzione) al recente (si fa per dire) scandalo delle borse di studio “truccate” ( articolo Ersu, false borse di studio per 49 studenti).

Il tutto avviene nel bagno riservato ai disabili.

Su facebook non sono mancate le polemiche e le battute. Da “premio nobel” è il commento di Gloria:

          Oggi c’era l’appello di topografia! Avrà deciso di presentarsi

Un’altra disciplina viene chiamata in causa da Alessandro: “Starà seguendo un corso di toponomastica”.

C’è poi chi parla di vergogna e chi  si spinge oltre affermando che i ratti sono più meritevoli della cattedra di alcuni professori.  Decisamente “filo-accademica” è poi  la posizione di Marco:

“Ecco dove erano finiti i professori”

Tornando ai commenti più leggeri c’è Elia, un appassionato delle Tartarughe Ninja: “SPLINTER, sensei ecco dov’era finito, torni nelle fogne”.

Per gli animalisti c’è anche qualche amante della pet therapy: “Noooo lo voglio! Portatemelo voglio adottarlo e coccolarlo. È una cicciapalla rotonda! Emoticon colonthree”.

Infine, bisogna sottolineare il commento di Dino, sul quale però non possiamo valutare la veridicità:

Anche alle verginelle ci sono i topi!

“Verginelle”, per chi non lo sapesse, è il nome del complesso edilizio che ospita la Facoltà di Scienze delle Formazione dell’Università di Catania.

Dal commento di Dino sembrerebbe dunque che anche il complesso di via Casa della Nutrizione sia frequentato dai tanto amati-odiati “ospiti” a quattro zampe (anche se lui parla di topi e non di ratti).

 

 

 

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.