fbpx
Primo PianoPsiche e Società

Rapporti: prendiamoci cura di noi

Rapporti. Dal 18 maggio possiamo riprendere a vedere i nostri amici e familiari meno stretti, con delle limitazioni no abbracci ne baci un metro di distanza mascherina.

Riprendere i rapporti di presenza non è così semplice come sembra, poiché “vedere ma non toccare” ciò può generare frustrazione e timore.

Frustrazione, perché sono i tuoi parenti con i quali a Natale o ai compleanni ridi scherzi e scambi abbracci e baci; o amici magari i migliori amici che non si potevano vedere per il loro bene ed il nostro.

Timori, del contagio di essere gli “untori” o di essere “unti”

L’ultima volte che li hai visti era tutto normale e adesso la normalità ha un altro significato

Adesso i rapporti con gli altri assumono tutto un altro significato, non si può essere come prima. Siamo di fronte all’ennesimo cambiamento. Quello che non cambia è l’amore verso l’altro.

Amare, voler bene ad altra persona in questo periodo diventano sempre più importanti.

Capiamo il valore dell’altro, ma non solo.

I rapporti sono importanti, ma prima di tutto siamo importanti noi.

Molto spesso vediamo l’altro prima di tutto, il rapporto con lui/lei e dimenticando quello che siamo.

Se non siamo noi per prima ad amarci perché qualcun altro dovrebbe farlo?

Amare significa tante cose e per ognuno ha un significato, ma spesso dimentichiamo che per prima siamo noi importanti.

Perché desiderare senza avere consapevolezza di sé significa perdere il significato del desiderio. Riesci ad amarti senza che qualcun altro lo faccia?

Questo è una delle domande da farsi, la risposta è personale se troppo complicata chiediamoci il perché.

Cechiamo di credere in noi stessi ed amarci per questo.

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker