fbpx
Cronache

Rapina a mano armata un supermercato: braccato, si consegna ai carabinieri

Rapina un supermercato minacciando i dipendenti con un coltello per poi, sotto pressione, consegnarsi spontaneamente alla polizia: in manette il 45enne Alfredo Conti poiché ritenuto responsabile di rapina aggravata.

Armato di un grosso coltello da cucina e con il volto in parte coperto dalla mascherina protettiva e un cappellino, ha fatto irruzione nel supermercato “MD” di via Dei Platani a Paternò. Sotto la minaccia dell’arma il rapinatore ha costretto un impiegato a lasciare la propria postazione per impossessarsi di circa 500 euro contenuti nella cassa e fuggire via.

Gli investigatori dell’Arma, avvisati telefonicamente dal titolare dell’esercizio commerciale, sono intervenuti immediatamente sul posto. Grazie alle prime testimonianze e alle immagini registrate dalle telecamere attive sia all’esterno che all’interno del supermercato, sfruttando la profonda conoscenza dell’humus criminale operante nel territorio di competenza, i militari hanno indirizzato le indagini verso l’odierno fermato.

Scattata una vera e propria caccia all’uomo, gli operanti hanno iniziato col fare irruzione nell’abitazione del reo luogo. Qui, seppur non trovandolo in casa, i militari hanno rinvenuto e sequestrato degli indumenti identici a quelli indossati dal soggetto autore della rapina. L’istituzione di numerosi posti di blocco e le diverse pattuglie che dinamicamente si muovevano nella cittadina, hanno consentito nel giro di poche di stringere il cerchio attorno al fuggitivo. Quest’ultimo rintracciato e bloccato ad un centinaio di metri dalla caserma, sede del Comando Compagnia di Paternò, dove l’uomo, sfinito, si stava recando per consegnarsi ai
carabinieri.

Il fermato, assolte le formalità di rito, si trova rinchiuso presso il carcere di Piazza Armerina (EN).

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button