fbpx
GiudiziariaNewsNews in evidenza

Raffaele Lombardo condannato per voto di scambio ma non per mafia

Catania – È stato condannato a due anni (pena sospesa) per voto di scambio, ma assolto dall’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, l’ex governatore Raffaele Lombardo.

Oggi la Terza Corte d’Appello di Catania si è ritirata in camera di consiglio per emettere la sentenza nel processo all’ex presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo.

L’accusa aveva chiesto una condanna di 7 anni e 8 mesi di reclusione, un anno in più rispetto alla sentenza emessa in primo grado il 19 febbraio 2014 con il rito abbreviato dal GIP Marina Rizza.

Al centro del processo l’inchiesta scaturita dall’indagine ‘Iblis’ dei carabinieri del Ros di Catania, come riporta lasicilia.it,  su rapporti tra amministratori, politici e imprenditori con Cosa nostra.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button