fbpx
PoliticaPrimo Piano

Raccolta rifiuti Catania. Approvato l’affidamento

In Aula 13 si e 2 astenuti. Assenti tutti i consiglieri delle opposizioni. L'assessore Cantarella spiega il nuovo servizio.

Catania avrà un nuovo servizio di raccolta rifiuti. A deciderlo il Consiglio comunale che ha votato favorevolmente la delibera. È pertanto eliminata l’attuale Gara Ponte. Ieri in Aula era mancato il numero legale. Oggi, nella seduta di prosecuzione, presenti alla votazione 15 consiglieri della maggioranza, bastevoli, in seconda chiamata, per raggiungere il quorum. I banchi dell’opposizione sono rimasti vuoti. Presenti come spettatori, ai margini del Consiglio, Giuseppe Gelsomino e Francesca Ricotta del gruppo Catania 2.0.

Ecco la nuova gara per la raccolta rifiuti a Catania

La gara di appalto porterà all’aggiudicazione della raccolta dei rifiuti per sette anni. Nella delibera approvata si legge che il costo del conferimento dei rifiuti, differenziati o no, rimane a carico del Comune. I proventi derivanti dai rifiuti differenziati spettano invece al medesimo Comune. Questo, in forza di convenzioni con i Consorzi di filiera. La delibera approvata, nei fatti, impegna delle risorse economiche comunali provenienti dalla riscossione della Tari per i prossimi sette anni. Il valore totale dell’appalto è pari a 333.726.086,47.

La città è stata divisa in quattro macrolotti. Il macrolotto Est è quello di maggior valore: 121.164.231,13. Segue il macrolotto  Ovest il cui valore è di 108.397.738,06. Il macrolotto Nord vale invece 71.199.975,33 mentre quello Sud 32.964.141,43. Ogni ditta, inoltre, potrà aggiudicarsi al massimo due macrolotti. Tutte le cifre al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza. Secondo delle indicazioni date dall’Anac all’Amministrazione comunale, una ditta può aggiudicarsi solo 2 macrolotti.

La delibera, così come è stato deciso dall’Aula, è immediatamente esecutiva. Secondo le previsioni dell’Amministrazione, il nuovo servizio dovrebbe avere inizio il primo gennaio del 2020.

Cantarella spiega le novità in arrivo

Intervistato immediatamente dopo l’approvazione in Aula da L’Urlo, l’assessore Fabio Cantarella esordisce dicendo che “con il sindaco e l’intera amministrazione abbiamo fortemente voluto finalmente una gara nostra. Questa prende spunto dalle deficienze dell’appalto Ponte che avevamo ereditato, e cerca di superare tutte le gravissime criticità, come lo spazzamento e il porta a porta, ristretto ad appena 40 mila abitanti di Catania che ora abbraccerà, invece, tutta la città”. Cantarella continua spiegando che proprio il servizio porta a porta “permetterà di incrementare la differenziata, andare, quindi, meno in discarica e abbattere i costi della gestione. Così da qui a breve noi ci auguriamo di poter abbassare la Tari, avere delle strade più pulite ed effettuare maggiori controlli”.

In arrivo i cassonetti all’interno dei condomini e apribili solo con la scheda, e i sacchetti con il codice. Secondo l’assessore “tenendo i cassonetti dentro i condomini” e con il solo condomine, che con la sua scheda potrà aprirlo, “possiamo sapere chi fa la differenziata e come”. Per l’assessore, infatti, fare la differenziata non basta: «Bisogna che la si faccia con qualità».

I cassonetti in strada saranno tolti in tutta Catania, pertanto “non sarà più possibile il pendolarismo dei rifiuti . Sarà un punto di svolta importante anche per la lotta all’evasione”. Poi conclude: «Fare la differenziata è bello. Lasci l’ambiente più pulito per i tuoi figli e per chi vuoi bene e poi, fatta la prima volta, è anche divertente».

Tante novità che potrebbero portare benefici. Questo almeno in teoria. Ma il cittadino catanese sarà pronto a recepirle e comportarsi di conseguenza? Gli incivili avranno ancora la meglio?

 

Tags
Mostra di più

Salvatore Giuffrida

Classe 70. Giornalista per passione ma nella vita passata chimico e topo di laboratorio. Un buon vino ed un piatto tipico sono sempre ben accetti. Per gli animali un amore sconfinato.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.