fbpx
CronacheNewsSenza categoria

Raccolta differenziata presto 4 centri raccolta

Cantarela: separare carta, vetro e plastica è un dovere etico e morale di ogni cittadino

Accolta la richiesta dell’assessore all’Ecologia e Nettezza Urbana Fabio Cantarella

La Raccolta differenziata a Catania farà qualche passo avanti. Almeno si muove in quella direzione. Saranno realizzati 4 centri di raccolta finanziati dai fondi regionali. 4 nuove isole ecologiche. La giunta Pogliese ha deciso di accettare la proposta dell’assessore Fabio Cantarella. tra qualche giorno l’amministrazione comunale invierà alla Regione i progetti redatti per riscontrare l’avviso pubblico e poter cominciare i lavori in diverse zone della città. Ciò che dovrebbe essere normale per ogni persona civile e fortemente in ritardo per una città come Catania. L’Amministrazione comunale con questo progetto vuole raggiungere grandi traguardi. Tutelare l’ambiente, promuovere l’uso efficiente delle risorse e nello stesso tempo ottimizzare la gestione dei rifiuti urbani. Realizzare i migliori sistemi di raccolta differenziata e una adeguata rete di centri raccolta. La regione stanzierà 16 milioni di euro per questo.

Le zone previste per le Isole Ecologiche

I Centri per la raccolta differenziata sorgeranno in via Montenero, via Forcile, viale Biagio Pecorino e in via Vagliasindi.

Pogliese parla della raccolta differenziataOttimistiche le parole del Sindaco Pogliese «La creazione di nuove aree dedicate al conferimento differenziato dei rifiuti urbani è un’azione di fondamentale importanza per fare un salto di qualità sulle percentuali a Catania. Siamo partiti da un irrisorio 6% e seppure ne abbiamo raddoppiato il valore, è ancora molto lontano dai livelli di efficienza a cui puntiamo. Col nuovo appalto il cui capitolato è già all’esame dell’Urega per il bando e queste nuove 4 isole ecologiche diffuse in città, nel giro di un biennio potremo realizzare l’auspicato incremento della raccolta differenziata dei rifiuti, con le ovvie conseguenze positive in termini di impatto ambientale e in costo di conferimento in discarica dell’indifferenziato che grava sul bilancio comunale».

Un dovere etico e morale

«La raccolta di rifiuti che avviene selezionando in modo scrupoloso, umido, vetro, alluminio, plastica, carta – ha detto l’assessore Fabio Cantarella – è un dovere etico e morale di ogni cittadino per la salvaguardia dell’ambiente nonché il ritorno economico di una buona gestione dei rifiuti».

Catania ad oggi ha solo due centri raccolta. In viale tirreno e in via Grasso Finocchiaro. Una in via Gerenale Ameglio finita sette anni fa e mai aperta è gravemente danneggiata. Con soli 60mila euro il comune intende recuperarla. La spesa rientrerà nei costi del finanziamento.

La città avrà così in totale ben sette centri per la raccolta differenziata.

A.P.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.