fbpx
CronachePrimo Piano

Raccolta differenziata, le nuove proposte di “Rifiuti Zero Sicilia”

Un osservatorio comunale dei rifiuti, un tavolo di concertazione aperto a tutti i soggetti pubblici, privati e ai rappresentanti di interessi collegati alla gestione dei rifiuti e la promozione di politiche di incentivazione della raccolta differenziata al fine diminuire il numero, al momento altissimo, di rifiuti destinati alla discarica.

Sono questi gli obiettivi dell’associazione “Rifiuti Zero Sicilia” in occasione del futuro affidamento dell’appalto “ponte” per la gestione dell’igiene urbana nel comune di Catania. L’associazioni, infatti, ha presentato alla giunta Pogliese un’istanza per realizzare un osservatorio comunale dei rifiuti.

«Siamo certi che l’amministrazione comunale darà tempestivo riscontro – commentano il Presidente Manuela Leone e Daniele Drago, referente territoriale per Catania dell’Associazione- questo nuovo cammino può e deve essere virtuoso, con l’aiuto di tutti i soggetti coinvolti. Noi siamo pronti a collaborare, ma anche a vigilare: l’incremento della raccolta differenziata, almeno secondo le percentuali imposte dall’ordinanza del Presidente della Regione Siciliana n. 04/rif del 7 giugno 2018, è la priorità assoluta di questo primo periodo di attività della nuova ditta. La nostra attenzione sarà massima è già stato perso troppo tempo su questa tematica e le cattive gestioni non hanno portato nessun buon risultato».

«Facciamo appello a tutte le associazioni del territorio che si occupano di rifiuti affinché richiedano all’amministrazione comunale, così come abbiamo fatto noi, l’istituzione dell’osservatorio. La partecipazione, la condivisione e la trasparenza nella gestione dei rifiuti potranno rendere la città di Catania più pulita. E non solo dai rifiuti», concludono Leone e Drago.

EG.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button