fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Quella Confindustria che annuncia provvedimenti per i vertici Tecnis in nome di un’etica garantita da un indagato

A proposito dell’operazione “Dama Nera” che vede coinvolti i due noti imprenditori catanesi a capo della Tecnis S.p.a. Concetto Albino Bosco Lo Giudice e Mimmo Costanzo per il reato di “corruzione”, con grande solerzia viene diramata una nota stampa da Confindustria Catania che tiene a precisare che al “Al caso si applicheranno le consuete procedure previste dalla Statuto e dal codice etico”.

Confindustria Sicilia e nello specifico l’associazione degli industriali catanesi dinnanzi alle accuse mosse ai due scatena la sua vena ancestrale, quella della antimafia che ha saputo lanciare l’ormai capo spirituale Ivan Lo Bello.

Confindustria dimentica però le sue “grane”. Quelle grane che vedono Antonello Montante, cinquantaduenne presidente di Confindustria Sicilia, delegato nazionale per la legalità di viale dell’Astronomia, indagato per mafia.

L’associazione degli industriali dimentica il “tradimento”, che porta anche alle dimissioni forzate, in seno alla famiglia del già presidente di Confindustria Sicilia Centro Marco Venturi. L’ex assessore regionale in merito all’indagine che colpisce il vertice Montante si esprime nei suoi confronti, quasi come fosse un boss dice di “aver paura” per quanto riferirà ai giudici.

Il leader della riscossa anti racket degli imprenditori isolani, deve rimanere al suo posto seppure incespica in una brutta vicenda che porta la vergogna su tutta l’associazione a livello nazionale e nel frattempo Confindustria lancia la sua la fatwa.

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button