fbpx
Sport

Pulvirenti show: “La squadra non ha avuto alcun beneficio, sono stato truffato. Il mio ciclo a Catania è finito, la società è in vendita ma…”

13 Ottobre 2014, questa la data dell’ultima conferenza stampa presieduta dall’ormai ex presidente del Catania Antonino Pulvirenti. A distanza di quasi dieci mesi di silenzio assoluto, l’attuale proprietario della società etnea, si è presentato questo pomeriggio, scuro in volto, emoziato e visibilmente provato dall’inchiesta che l’ha travolto, di fronte alla platea di giornalisti riuniti presso la sala congressi di Torre del Grifo.

Queste le attese dichiarazioni del numero uno della società rossazzurra:

CESSIONE DELLA SOCIETA’ – Il Catania è ufficialmente in vendita, le trattative che si svilupperanno saranno trasmesse sul web cosi da informare la gente. Per adesso nessuno ha tentato di acquistare la società. Mi auguro che ciò avvenga. L’assessore Girlando voleva un appuntamento con me per parlare della cessione della società. Si era fissato un appuntamento per oggi pomeriggio, ma vista la conferenza, ho detto al mio avvocato di dare la disponibilità a partire da domattina. Giovedi alle 10.00 a Torre del Grifo mi incontrerò con tre persone in rappresentanza di questa cordata, formata credo da una quindicina di imprenditori. Dato che la cosa riguarda tutta la città, l’incontro verrà trasmesso in diretta, via streaming. Non avrei venduto il Catania se ciò che è successo non fosse accaduto, avevo altri progetti. Fino ad un’eventuale cessione, però, la proprietà andrà avanti, ricostruendo tutto da zero”.

INCHIESTA I “TRENI DEL GOL” –  Ho cercato di alterare i risultati di alcune partite ma sono stato truffato con Latina e Ternana, le due partite pagate sono quelle contro Varese e Trapani . Il Catania non ha ricevuto alcun beneficio. Il mio unico interlocutore era Daniele Delli Carri, Cosentino non sapeva nulla. Delli Carri mi ha spinto per Bologna perché mi aveva detto che alcuni stavano contattando i nostri giocatori. Lui voleva mettermi paura e farmi pagare. Impellizzeri è un mio amico che conosco da tempo, non centra nulla con il Catania. Ho agito in maniera non lucida, negli ultimi mesi, ho ricevuto minacce di morte, ho commesso degli errori. Sono stato troppo innamorato di questa squadra, dovevo essere più imprenditore e meno tifoso. Sono un uomo. Sono una persona incensurata, vedremo come finirà il processo”

COSENTINO NON E’ STATO UNA RISORSA – “I risultati non sono dalla sua parte, sono stati fallimentari. Posso dire che non è stata una risorsa. La responsabilità è mia, non l’ho messo nelle condizioni di far bene. altri, ma i risultati della sua gestione sono stati fallimentari, questo è certo”.

TORRE DEL GRIFO – Tutto è in regola, Il Catania oggi ha un patrimonio di 30 milioni di euro. Non so se sarà eventualmente possibile scinderlo dalla società in caso di un’ipotetica cessione”.

RITIRO PRE-CAMPIONATO – “Inizierà a breve, Carmelo Milazzo è stato riconfermato come amministratore unico. Abbiamo un direttore generale e un direttore sportivo, oltre che un nuovo tenico. A breve le ufficialità”.

CASO WINDJET – Catania e Windjet sono due cose diverse, le casse del Catania non hanno risentito del fallimento della Wind Jet. Quest’anno il campionato di serie B è costato 45 milioni di euro. Dobbiamo ancora ricevere i soldi relativi alla cessione del Papu Gomez e il Boca Juniors ci deve ancora delle spettanze. Nonostante ciò il Catania è sempre stato in regola, nessuno mi ha aiutato economicamente.

FUTURO Il Catania uscirà da questo momento. Risorgerà ancora una volta dalle ceneri. Se rimanesse questa proprietà, sarà tutto rinnovato e ricostruito. Attueremo un ringiovanimento e un azzeramento totale. Faremo tutto per bene.

NUOVO STADIO – “E’ un progetto che potrebbe essere realizzato da altri o, nel caso, da noi. C’è uno staff che lavora a tutto ciò da un anno“.

Infine battuta finale su Pietro Lo Monaco autentico costruttore del giocattolo Catania: “Non ho nessun tipo di rapporto con lui, non ci sarà nessuna riappacificazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker