fbpx
NewsNews in evidenzaPolitica

Caso Pubbliservizi, sindacati: Grave l’assenza della Città metropolitana in Prefettura

“I sindacati catanesi condannano duramente l’assenza della Città metropolitana alla riunione di oggi in Prefettura. Non presentarsi al confronto con i rappresentanti dei lavoratori sul caso Pubbliservizi, significa ignorare volutamente quanto di grave sta accadendo”.

La pensano così i segretari di Cgil, Cisl, UIL e Ugl Giacomo Rota, Maurizio Attanasio, Fortunato Parisi, Giovanni Musumeci, di Filcams, Fisascat e UIL trasporti, Sergio Aliprandi (per il commissario) Rita Ponzo e Salvo Bonaventura, nonché Ugl igiene ambientale Santo Gangemi, di CISAL Romualdo Moschella, CISAL terziario, Paolo Magrì e Cse Fulscam Francesco Scarfalloto.

La lunga lista di sindacati punta il dito contro il “grave atteggiamento” dell’ente, soprattutto in vista della scadenza del contratto con Pubbliservizi il prossimo 31 marzo, e a questo proposito chiede una proroga di almeno due mesi.
I rappresentanti dei 363 lavoratori, inoltre, condannano il ritardo per la nomina dell’amministratore unico dopo le dimissioni del docente Muscarà.

“La nostra sensazione è che nessuna soluzione sia stata ancora programmata. Eppure è bene che l’opinione pubblica sappia che ci troviamo di fronte a lavoratori costretti a rimanere inattivi e a non avere credito presso i fornitori. Ciò si traduce in indisponibilità di materia prima necessaria per gli interventi, e in impossibilità di portare a termine i lavori dietro fattura. Tra una settimana ci sarà un nuovo incontro. Ci aspettiamo che per quella data sia stato nominato l’amministratore unico”.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button