fbpx
Cronache

Il presidente Pubbliservizi contro il socio Città Metropolitana di Catania

In relazione a quanto accaduto stamane in sede di assemblea dei soci della “Pubbliservizi” e del comunicato stampa inviato – con inusuale tempestività – dal portavoce della “Città Metropolitana di Catania”, il Presidente della Società “Pubbliservizi” Adolfo Messina ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Mi sembra che al sindaco Bianco molti concorrano a far fare brutta figura. Il comunicato stampa – con tutta probabilità preconfezionato ancora prima dell’assemblea – si infrange al cospetto della Verità e del verbale. Ecco, allora, i fatti e le conseguenze giuridiche degli stessi (a norma di Legge): invero, il Socio Città Metropolitana di Catania fa la dichiarazione di voto che non avrebbe approvato il bilancio. Subito dopo, si allontana, facendo mancare il numero legale ancor prima che si dichiarasse chiusa la discussione e si passasse alla votazione della delibera a norma dello statuto – che regola esattamente le fasi di deliberazione – bloccando così il funzionamento dell’assemblea, facendo mancare il numero legale.”

E continua il Presidente Messina: “Ad ogni buon conto, si precisa che il Collegio dei sindaci, così come ha puntualmente precisato nel corso della seduta, ha condiviso il progetto del bilancio nel merito giuridico. Interessante per tutti sarà leggere il verbale dell’assemblea (che provvederemo a diffondere) nel quale vengono ampiamente contestate documentalmente le motivazioni addotte nella relazione al sindaco da parte del rag. Franco Schillirò”.

Conclude, infine, il Presidente Messina: “Il Collegio sindacale ha affermato, come già dichiarato nella propria relazione del settembre scorso, che in mancanza di approvazione di questo bilancio, che conferisce continuità all’azione intrapresa da questa Dirigenza e di interventi straordinari sul capitale sociale da parte del Socio, la Società non sarà in grado di continuare ad operare. E, pertanto, così come affermato in assemblea dallo stesso Collegio sindacale e da oggi è in liquidazione. A nulla valgono altre rassicurazioni, come quelle riportate nel comunicato stampa della Città Metropolitana. Occorrono i fatti. Oggi non ne vediamo. A fronte della responsabilità da parte del Socio, che allontanandosi ha vanificato i lavori dell’assemblea, il comunicato stampa della Città Metropolitana, invece, ribalta questa responsabilità a questa Amministrazione. Adesso la misura è colma, che ognuno si assumi le proprie responsabilità. Noi non ci fermeremo nell’opera di ripristino della verità”.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker