fbpx
Politica

Promossi e Bocciati. La classifica siciliana

L’emergenza epidemiologica da Covid-19 getta un cono di luce sui diversi macro e micro aspetti della società, evidenziando comportamenti coerenti e coraggiosi, contrapposti a mancanza di responsabilità, per il grave periodo storico che tutti stiamo attraversando.

Sul podio, per il loro lavoro, ci sono tutti i giovani medici dell’Asp e il personale di protezione civile che saranno impegnati, anche nei giorni di festa, nei drive in allestiti per l’esecuzione dei tamponi Covid-19. Ma anche tutto il personale sanitario, dai medici agli infermieri, agli addetti alle pulizie, che feste non ne hanno mai conosciute e non si sono mai sottratti al proprio dovere. Sul piano politico: non si dovrebbero dimenticare i pescatori mazaresi ancora sequestrati in Libia. Una situazione mal gestita a tutti i livelli. Ben lontani i tempi di Rino Nicolosi. Ma ci sono elementi di novità. Nuovi scenari politici all’orizzonte: Totò Cuffaro e il suo coraggioso rientro in politica con la riesumata Dc. Una scommessa tutta da osservare. In ciò, non passi sotto banco il lavoro di Albero Samonà, Assessore regionale dei beni culturali, un lavoro silenzioso in attesa che la cultura possa ripartire. Samonà alle critiche risponde con il lavoro.

Il rovescio della medaglia

Da pochi giorni Salvo Pogliese rientra nella sua carica di sindaco, ma meno foto in posa e più “ciccia” non guasterebbe mai, soprattutto, in tempi di Covid. Le ferite aperte in città, infatti, non mancano; si pensi agli sfollati di Via Castromarino.

Sotto i riflettori c’è posto anche per Ruggero Razza, assessore regionale alla Sanità. L’abbiamo visto all’Arena di Gilletti, ha studiato, come sempre, ma l’evidenza è innegabile, così la difesa, non riuscita. Tornando agli esempi tutti etnei: Alessandro Scardilli, responsabile dell’Ecs Dogana. Le sere al ritmo di musica sono state spostate al pomeriggio; ieri un dj-set, a partire dalle 15:00, avrebbe attratto molti giovani catanesi accorsi per smaltire la tensione da pandemia. Una discoteca pomeridiana, organizzata nella Silver Room, una delle sale del locale-discoteca, al porto di Catania. A giudicare dalle immagini, recuperate da MeridioNews sono circa un centinaio le persone al chiuso e, in maggioranza, senza mascherina e distanziamento. In ultimo, ma non per importanza: i catanesi incoscienti che non rispettano le regole delle autorità competenti, affollando le vie dello shopping come pecore senza pensare alle conseguenze.

La terza ondata è vicina.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button